Una piacentina a Masterchef. Il 19 inizia l’avventura di Valentina

Una piacentina a Masterchef. Manca ormai pochissimo, una settimana, all’inizio su Sky dell’edizione 2013 del reality dedicato a chef non professionisti, e qualche indiscrezione inizia a trapelare. Ad avere superato le selezioni c’è infatti una giovane piacentina, Valentina Montanari, di 21 anni, residente a Gragnano Trebbiense, già mamma di una bimba di un anno e mezzo. 

Più informazioni su

Piacenza – Una piacentina a Masterchef. Manca ormai pochissimo, una settimana, all’inizio su Sky dell’edizione 2013 del reality dedicato a chef non professionisti, e qualche indiscrezione inizia a trapelare. Ad avere superato le selezioni c’è infatti una giovane piacentina, Valentina Montanari, di 21 anni, residente a Gragnano Trebbiense, già mamma di una bimba di un anno e mezzo. 

“Ho partecipato per gioco: ho spedito un’email all’organizzazione del programma dopo aver visto l’annuncio in tv, non pensavo che sarei stata chiamata per partecipare alle selezioni – racconta Valentina -. Cucinare è la mia passione, parto da basi tradizionali, con piatti piacentini e anche friuliani, visto che ho vissuto a Udine fino a 7 anni fa, prima di trasferirmi a Piacenza, città di origine di mio padre. Non ho una impostazione classica, non ho frequentato l’istituto alberghiero: ho imparato a cucinare da mia madre e da mia nonna, per poi appassionarmi alla cucina creativa, cercando e sperimentando ricette trovate on line”. 

Impossibile sapere da Valentina con quali piatti sia sia presentata alla corte dei tre burberi e inflessibili giudici Carlo Cracco, Joe Bastianich e Bruno Barbieri (“non sono così severi come sembrano in Tv, anche se il livello richiesto è altissimo”), né sapere se sia riuscita a conquistare l’ambito grembiule di MasterChef. Per questo è necessario aspettare l’inizio del programma, il 19 dicembre. “Posso dire che preferisco i sapori salati e decisi, anche se sono i dolci a venirmi meglio. Essere riuscita a superare le selezioni mi sembra un sogno: vorrei continuare a lavorare in questo settore e mi piacerebbe aprire un ristorante, anche se sarebbero necessarie grandi risorse economiche. Non sono uno chef, ma ho lavorato come barista e cameriera, curando la sala e la cucina. E’ un mondo che ho conosciuto da vicino, nel quale vorrei continuare a vivere”. 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.