Quantcast

Le Rubriche di PiacenzaSera - UniCatt

Vino e cioccolato, incontro sensoriale per le matricole della Cattolica foto

Una lezione di degustazione, “guidata” dalla dottoressa Milena Lambri, da Matteo Balderacchi, di ONAV e da alcuni produttori locali, su due degli alimenti tra i più universalmente apprezzati, passito e cioccolato appunto.

Più informazioni su

Vino e cioccolato: abbinamento che può apparire inusuale, ma che ha prodotto un risultato eccellente se si considera i tanti studenti che hanno affollato la residenza Gasparini dell’Università Cattolica di Piacenza per un incontro “sensoriale” destinato alle matricole della facoltà di Scienze agrarie, alimentari e ambientali.

Una lezione di degustazione, “guidata” dalla dottoressa Milena Lambri, da Matteo Balderacchi, di ONAV e da alcuni produttori locali, su due degli alimenti tra i più universalmente apprezzati, passito e cioccolato appunto.
Pensato e organizzato dai rappresentanti degli studenti della facoltà – Amos Chiappa, Giuseppe Camastra, Pietro Dogliani, Giovanni Giuntoli e Marco Piccoli – le quasi 80 matricole presenti hanno imparato divertendosi, in questo originale momento di socializzazione universitaria.

Dopo il saluto dei professori della facoltà Lorenzo Morelli (preside), Marco De Faveri e Francesco Masoero e grazie alla precisa presentazione della dr.ssa Lambri, gli studenti hanno potuto degustare con più consapevolezza cioccolato fondente al 72% offerto dalla Novi S.p.A. con tre diversi passiti: quello dell’az. agricola La Celata di Ginetto Molinelli, dell’az. agricola Lusenti di Lodovica Lusenti e dell’az. agricola Il Negrese di Matteo Braga.

La dr.ssa Lambri ha illustrato il ruolo dell’analisi sensoriale nella valutazione degli alimenti, le diverse modalità di percezione degli aromi, e le caratteristiche gusto-olfattive di cioccolato e vino per far incontrare i principali attributi di ciascun prodotto in base al principio della concordanza o della contrapposizione, e verificare come diverse tipologie di vino possano abbinarsi ai differenti tipi di cioccolato.

Dai sorrisi e dai volti soddisfatti delle matricole, l’obiettivo – anche di socializzazione tra i neoiscritti della facoltà- si può dire raggiunto.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.