Quantcast

Zanonato: “Cercherò tutte le strade per difendere l’occupazione” VD foto

Con un paio d’ore di ritardo, a causa di un problema meccanico alla sua vettura, è giunto a Piacenza il Ministro dello Sviluppo Economico Flavia Zanonato, per partecipare ad un incontro con i lavoratori dell’Unieuro

Più informazioni su

Con un paio d’ore di ritardo, a causa di un problema meccanico alla sua vettura, è giunto a Piacenza il Ministro dello Sviluppo Economico Flavio Zanonato, per partecipare ad un incontro con i lavoratori dell’Unieuro e ad un’iniziativa politica del Comitato a sostegno di Gianni Cuperlo, in vista delle primarie. Sede dell’incontro l’Old Rugby di largo Anguissola. 

ASCOLTA IL MINISTRO FLAVIO ZANONATO:

Sul tema Unieuro e sulla prospettiva di veder sfumare decine di posti di lavoro, Zanonato ha affermato: “Ci sono notizie abbastanza interessanti, perchè la cosa dovrebbe avere uno sviluppo positivo. Sul tema della cassa integrazione abbiamo ottenuto dei risultati. Non dimentichiamo che in Italia dal 2008 ad oggi abbiamo avuto un calo del 10 per cento di prodotto interno lordo, che ha determinato una serie di conseguenze all’interno del paese. Siamo impegnati a salvare tutte le attività produttive, vogliamo che l’Italia riprenda manetenendo i suoi siti di produzione ci battiamo punto per punto, ai lavoratori dico che li sostengo e cercherò tutte le strade per difendere l’occupazione”.

“La legge di stabilità mette a disposizione – ha aggiunto – tutte le risorse possibili in un quadro di stabilità: sono 11 miliardi e 600 milioni di euro, attraverso tutta una serie di investimenti e risparmi garantisce che l’Italia resti all’interno dell’euro senza scaricare inflazione sugli altri paesi europei, si rispettano delle regole che ci impongono di non indebitarci più di una certa quota. L’Italia ha messo a disposizione 50 miliardi per il fondo salvastati, non dimentichiamolo che stiamo svolgendo la nostra funzione in Europa”.    

Zanonato ha riservato una battuta anche alle primarie del Pd ormai imminenti: “Sostengo Gianni Cuperlo perchè a me piace un Pd che mantiene la sua anima di sinistra, che significa che lo sviluppo economico deve avvenire all’interno di un meccanismo di equità sociale. E poi mi piace un partito organizzato in cui i cittadini e i miltanti sono i protagonisti, abbiamo già visto partiti che si muovono dietro a leader attorno ai quali si identificava tutta la sorte politica di un partito”. 

L’INCONTRO

Ridurre il costo dell’energia, ridurre il costo del cuneo fiscale, semplificare la vita amministrativa e burocratica, consentire alla piccola e media industria di trovare il credito. Questi, secondo il Ministro Flavio Zanonato gli “antidoti” per fare ripartire l’economia Italiana, i quattro punti chiave che guidano il suo lavoro a Roma.

“Questo é un grosso impegno. Come un grosso impegno é dare stabilita politica al Paese per dare sicurezza ai mercati – ha aggiunto. “L’economia sta ripartendo, il Made in Italy piace nel mondo, tutto ció che é innovazione funziona, così come l’agricoltura. Altri settori stanno andando male: io sono impegnato sino in fondo nella battaglia per salvaguardare i posti di lavoro usando anche gli ammortizzatori sociali”.

I lavoratori di Unieuro hanno esposto al ministro la loro situazione: “Venitemi a trovare con i vostri rappresentanti, ragioneremo sulla situazione insieme ai nostri dirigenti – ha detto dopo aver confermato la sua intenzione di tutelare i posti di lavoro. Marco Carini di Rdb, invece, ha esposto al ministro la situazione difficile dell’azienda che lavora nel campo, profondamente in crisi, delle costruzioni: “L’amministrazione straordinaria ha fatto dei passi molto importanti per il risanamento: sono ripartiti stabilimenti, a breve dovrebbe ripartire quello piacentino delle terrecotte. Ad oggi, peró, acquirenti per Rdb non ce ne sono: il 19 ritorneremo al tavolo del ministero chiederemo che gli sforzi non siano vani, che il percorso prosegua”. Intanto i lavoratori, sino a maggio, usufruiranno degli ammortizzatori sociali. “Proporremo al magistrato – ha risposto il ministro – di continuare il percorso. Ha portato risultati, penso proprio che ce la faremo!”.

É intervenuto anche il sindacalista Cgil Floriano Zorzella: “Si sta provando a creare una sinergia di forze per dare vita ad un progetto, legato al tema del dissesto idrogeologico, che dia un’occasione ai lavoratori”. Il sindacalista ha parlato dello strumento del cooperativismo per creare nuovi posti di lavoro; ha chiesto, così al Ministro di indicare una strada per ripartire.

“Il partito deve partire dai problemi veri, quelli dei lavoratori – ha detto Giulia Piroli evidenziando il valore dell’incontro iniziale. Poi é iniziato un momento di riflessione politico dove Zanonato ha manifestato il suo appoggio a Gianni Cuperlo.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.