“Canto d’Israele”, il concerto alla Sala dei Teatini

Il Concerto “Il canto di Israele”, organizzato dalla Fondazione Teatri nell’ambito della Stagione “Ricorrenze in musica – Festività al Municipale” per celebrare la Giornata della Memoria, si terrà alla Sala dei Teatini. Ingresso gratuito.  

Più informazioni su

Il Concerto “Il canto di Israele”, organizzato dalla Fondazione Teatri nell’ambito della Stagione “Ricorrenze in musica – Festività al Municipale” per celebrare la Giornata della Memoria, si terrà alla Sala dei Teatini. Ingresso gratuito.  
 
Lunedì 27 gennaio alle ore 15.30 alla Sala dei Teatini, ad ingresso gratuito, si terrà il concerto dal titolo Il canto di Israele, omonima incisione discografica del maestro Moretti, voce narrante e interprete al pianoforte insieme a Spazi Sonori Ensemble, formato dai solisti della Filarmonica Toscanini: Sandu Nagy (flauto), Daniele Titti (clarinetto), Mihaela Costea (violino), Diana Cahanescu (violoncello), Luca Reverberi (fagotto), Alberto Farolfi (contrabbasso) e Gianni Giangrasso (percussioni). L’evento, secondo appuntamento della Stagione “Ricorrenze in musica – Festività al Municipale” ed inizialmente programmato al Teatro Municipale, per problemi tecnici-organizzativi, è stato spostato – mantenendo inalterata data e ora – alla Sala dei Teatini. 
Nel giorno in cui ricorre l’anniversario dell’apertura dei cancelli di Auschwitz, il Teatro Municipale di Piacenza dedica un concerto con musiche di e con Riccardo Joshua Moretti, attualmente uno dei massimi compositori di musica ebraica, per la celebrazione della Giornata della Memoria.
A spiegare come è nata l’idea di questo concerto è stato lo stesso compositore Riccardo Joshua Moretti. «Molti sostengono che la Shoah non fu l’unica nella storia. E invece lo è. Mai vi fu una così grande volontà di distruggere e sterminare un intero popolo. La Shoah è stata una realtà così assoluta, così universale. La specificità della Shoah sta nel distruggere per prima cosa, insieme agli esseri umani che compongono il popolo d’Israele, la voglia di annientare soprattutto la sua spiritualità e non una “razza”.

La Shoah non fu una guerra di religione, fu la guerra più grande mai sferrata contro D-o stesso. In questi anni la voglia di parlare e di cercare di ricordare una tragedia così grande è stata molto intensa anche se, nel mondo ebraico, l’evocazione della Shoah si è espressa soprattutto attraverso il “Silenzio” il quale possiede, in rapporto a questo grande testimone della notte, un significato autorevole quanto la parola.

Forse l’unica possibilità per esprimere un pensiero più intensamente rivelatore è il “Canto” inteso come espressione pura del nostro cuore. Il concerto in programma prevede un viaggio tra le pieghe della tradizione musicale ebraica che farà da corollario ad un racconto dove vede protagonista la famosa violinista Alma Rosé, uccisa come gli altri sei milioni di ebrei ad Auschwitz-Birkenau». 

 
IL CANTO D’ISRAELE
Musiche composte ed eseguite 
dal maestro Riccardo Joshua Moretti 
e Spazi Sonori Ensemble, formato dai solisti dell’Orchestra Filarmonica A. Toscanini
 
SOLISTI 
 
Sandu Nagy, Flauto
Daniele Titti, Clarinetto
Mihaela Costea, Violino
Diana Cahanescu, Violoncello
Luca Reverberi, Fagotto
Alberto Farolfi, Contrabbasso
Gianni Giangrasso, Percussioni
 
Riccardo Joshua Moretti
Pianoforte e voce narrante
 
PROGRAMMA
 
Danza Chassidica 1 per ensemble
 
La notte della Shoah per violino e pianoforte
 
Chassidica Trio per violino, violoncello e pianoforte
 
Niggun per Ensemble
 
Melodika per flauto e pianoforte
 
Bambola meccanica per violino, violoncello, contrabbasso e pianoforte
 
Mitzvà per Ensemble
 
Shalom per violino e pianoforte
 
Elì, Elì per canto e pianoforte
 
Danza Chassidica 3 per ensemble
 
Si precisa che chi avesse già acquistato il biglietto per il concerto di lunedì prossimo, 27 gennaio, sarà rimborsato presso la Biglietteria del Teatro Municipale di Piacenza, in via Verdi 41. E’ possibile contattare la biglietteria del Teatro al numero di telefono 0523.492251, o al numero di  fax 0523.320365 o all’indirizzo mail biglietteria@teatripiacenza.it. Orari di apertura: martedì, giovedì e sabato dalle 10,30 alle 13.00; mercoledì e venerdì dalle 10,30 alle 15.00.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.