Ronde a Lusurasco, la Regione: “Finanziamo progetti per la prevenzione”

"Nel piacentino - ha detto la vicepresidente della giunta Simonetta Saliera - la Regione ha investito in due progetti per la realizzazione di due corpi unici di polizia locali, contribuendo con 30 mila euro"

La situazione di insicurezza determinatasi a Lusurasco di Alseno nel piacentino alla fine del 2013 – dopo una serie di furti e razzie che hanno indotto un centinaio di cittadini della piccola zona rurale ad organizzarsi spontaneamente per tenere monitorato il paese e segnalare eventuali anomalie alle forze dell’ordine – è oggetto di un question time presentato oggi in Aula da Andrea Pollastri (Fi-Pdl).

“Se da un lato l’iniziativa è da considerare lodevole perché denota senso civico di alcuni cittadini, dall’altro– sottolinea il consigliere- costituisce uno scacco per le istituzioni che hanno il primario compito di garantire la sicurezza”. Di qui la richiesta alla Giunta regionale per sapere cosa intenda fare di concerto con gli enti locali e le Forze di Polizia per prevenire o contrastare il fenomeno, “perchè- ha detto – anche la Regione deve fare la sua parte”.

Il contrasto ai fenomeni segnalati, ha premesso la vicepresidente della Giunta regionale, Simonetta Saliera, è affidata dalla legge in via principale alle Forze dell’ordine. “Il fatto che una comunità si mobiliti per segnalare episodi che destano preoccupazione– ha proseguito- rappresenta un elemento che sottolinea come i cittadini non si limitino ad invocare aiuti, ma siano attenti nel cooperare con le Forze dell’ordine, sempre che le attività poste in essere si mantengano nell’ambito del rispetto dei diritti e doveri delle persone”.

Per quanto attiene le competenze della Regione, Saliera ha ricordato il supporto fornito agli enti locali per lo sviluppo di progetti di sicurezza integrata tesi a consolidare i rapporti tra tutti i soggetti che sul territorio possono mettere in campo azioni di prevenzione. Sul caso specifico, Saliera ha ricordato che proprio nel comune di Alseno la Regione sta sostenendo il progetto “Alseno sicura”, cofinanziando l’ampliamento del sistema di video-sorveglianza sulla base di un percorso che si concluderà alla fine dell’anno. Il costo complessivo è di 68 mila euro, 28 mila dei quali assegnati dalla Regione.

La vicepresidente ha poi ricordato le nuove disposizioni adottate (con le modifiche alla legge regionale 24/2003) in tema di organizzazione delle polizie municipali con l’introduzione dei corpi unici di polizia locale che – ha sottolineato –  “consentono la copertura del territorio 24 ore su 24”. Nel piacentino la Regione ha investito in due progetti per la realizzazione di due corpi unici di polizia locali, contribuendo con 30 mila euro.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.