A San Valentino Piacenza si illumina di meno. Piazze e monumenti al buio

"M’illumino di meno", iniziativa lanciata dal programma radiofonico Caterpillar di Rai 2, tornerà il 14 febbraio in tutt’Italia ed anche a Piacenza. Dalle 18 alle 24, per "Chi ama il bello non spreca" avverrà il silenzio energetico in piazza Cavalli, Palazzo Farnese, e lungo la cinta muraria

“M’illumino di meno”, iniziativa lanciata dal programma radiofonico Caterpillar di Rai 2, tornerà il 14 febbraio in tutt’Italia ed anche a Piacenza. L’appuntamento, nato sotto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica e il Patrocinio del Parlamento Europeo, quest’anno coinvolgerà, oltre ai singoli cittadini, anche le amministrazioni: sarà un momento per riflettere sul risparmio energetico, sulla razionalizzazione dei consumi, su come investire sul cambiamento delle proprie abitudini, sull’utilizzo di energie rinnovabili.

Caterpillar, quest’anno, invita i musei a “mostrare il proprio amore per il pianeta” spegnendo le luci. Proprio per questo, dalle ore 18 alle 24, per “Chi ama il bello non spreca” avverrà il silenzio energetico in piazza Cavalli, Palazzo Farnese, e lungo la cinta muraria. Poi, in occasione di San Valentino, “Innamorarsi del risparmio Piace!”: il Ceas Infoambiente diffonderà, tra i dipendenti comunali, il decalogo di “buone azioni energetiche in ufficio”.


“Hai paura del buio” si terrà, invece, dalle ore 18 alle 19 nel cortile e nei loggiati di Palazzo Farnese
per ribadire il rapporto cultura-sostenibilità-cambiamento. L’evento, promosso da Greenet, dalle associano Arti e Mestieri, Fiab-Amolabici, Legambiente di Piacenza, Velolento insieme a CEAS Infoambiente del Comune di Piacenza. Nell’occasione ciascuno é chiamato a portare ombrello e torcia per creare, nel buio, un suggestivo spettacolo. Si terrà una mostra di biciclette d’epoca; inoltre saranno presenti quattro associazioni dilettantistiche di ciclismo che proporranno un singolare spettacolo. Verrà promosso anche il laboratorio “Luci a Placentia” per la creazione di lucerne a olio su calco antico come avveniva nella Placentia romana.

Presenti anche gli assessori Luigi Rabuffi (assessore all’ambiente) e Tiziana Albasi (assessore alla cultura) che oltre ad evidenziare il valore della manifestazione hanno sottolineato come il Comune di Piacenza in questi anni abbia avviato una serie di cambiamenti strutturali per attuare il risparmio energetico contribuendo così alla riduzione delle emissioni di anidride carbonica. Sono stati sostituiti, infatti, 600 centri luminosi da vapori di mercurio a vapori di sodio con la sperimentazione di lampade led per l’illuminazione stradale (via Risorgimento e via  Martiri della Resistenza); installati, inoltre, pannelli solari termici fotovoltaici sui tetti di alcuni edifici comunali (scuole e palestre) ed avviati progetti sociali per la sensibilizzazione allo sviluppo sostenibile. “Il risparmio – ha detto Rabuffi – é di 242,8 megawatt ora ed equivale al consumo annuale di 87 abitazioni”.

Presenti i rappresentanti delle diverse associazioni. Legambiente ha sottolineato che, in serata venerdi a Palazzo Farnese, verrà distribuito materiale informativo sul risparmio energetico e lampadine di ultima generazione.

***


Coop Consumatori Nordest aderisce a “M’illumino di meno”

Perfettamente coerente ai temi del risparmio energetico su cui Coop Consumatori Nordest è impegnata, l’adesione a “M’illumino di meno”, l’iniziativa promossa da “Caterpillar” prevista per venerdì 14 febbraio. Nono anno di adesione e “silenzio energetico” garantito negli 85 punti vendita (supermercati e Ipercoop) con lo spegnimento simbolico delle luci. Confermata inoltre, come negli anni passati, la possibilità di ascoltare in diretta la trasmissione di Caterpillar direttamente nei punti vendita attraverso Radio Coop. ?Da tempo, d’altronde Coop ha abbandonato i sistemi di illuminazione tradizionali a favore delle luci a led: sicure perché hanno un’alta affidabilità di lunga durata e robustezza, a basso consumo perché con il loro alto rendimento ed efficienza riducono i consumi di energia elettrica.

In totale, nel corso del 2013 Coop ha installato lampade a led in 43 punti vendita arrivando così a coprire attualmente con questa tecnologia l’illuminazione interna di 210 supermercati e iper, 8 parcheggi e 182 insegne esterne. Così facendo il risparmio energetico stimato è di circa 5 milioni di kWh annui, consentendo di evitare l’immissione in atmosfera di circa 2150 tonnellate di CO2.

Diventano così 307 i punti vendita che verranno registrati al Programma di certificazione Greenlight (il programma della Comunità Europea ad adesione volontaria che prevede l’installazione di lampade a alta efficienza e sistemi di telecontrollo per accensione e spegnimento automatico) e 158 impianti fotovoltaici allacciati e funzionanti, della potenza complessiva di  31.488 kWp, capaci da soli di produrre in un giorno d’inverno, come il 14 febbraio, il quantitativo di energia elettrica necessario per illuminare tutta la rete vendita Coop per un’ora e 5 minuti. In termini di energia, nel 2013 ne abbiamo prodotta il 6% in più dell’anno precedente.

Progetto “Energia”
A partire dal 2012, le cooperative insieme ad Inres (il consorzio nazionale di progettazione delle strutture di vendita Coop) hanno inoltre avviato il “Progetto Energia”, uno specifico programma che ha l’obiettivo di ridurre i consumi dei punti vendita della rete Coop. L’obiettivo è di coinvolgere entro il 2015 i punti vendita “responsabili” del 75% dei consumi di energia per ridurne i consumi almeno del 10%.  Sono già 85 i punti vendita coinvolti nel biennio 2012-2013 ed altri 96 saranno interessati nel 2014.?

Progetto “Eco-Courts”
Prosegue intanto a gonfie vele il progetto “Eco-Courts”, un progetto Life sostenuto dalla Commissione Europea che unisce a Coop altri soggetti quali il Comune di Padova, Finabita, Legacoop, le Regioni Toscana e Regione Emilia Romagna,: comunità vere (come famiglie e condomini) e virtuali (singoli o soggetti collettivi) unite per adottare buone abitudini e soluzioni intelligenti per risparmiare energia, acqua e rifiuti domestici riducendo le spese di casa. Perno del progetto il concetto dell’agire comune e dell’impegno collettivo. Ad oggi sono 4.550 le famiglie che hanno compilato il loro piano di azione di risparmio e aderito al portale www.cortiliecologici.it.

***

Simply aderisce alla Giornata del Risparmio Energetico “M’illumino di meno”

Simply® Italia riconferma l’impegno nei confronti dell’ambiente e del risparmio energetico, aderendo per il settimo anno consecutivo a “M’illumino di meno”, la Giornata del Risparmio Energetico lanciata dalla popolare trasmissione radiofonica Caterpillar, in onda su RAI Radio 2.

Venerdì 14 febbraio a partire dalle 18 i supermercati Simply, IperSimply e PuntoSimply, diretti e in franchising, oltre alla sede centrale di  Rozzano MI e alle cinque sedi regionali di Milano, Rodengo Saiano BS, Roma, Ancona e Catania aderiscono alla campagna spegnendo tutte le luci non strettamente necessarie al regolare e sicuro svolgimento delle normali attività. Nei punti vendita, ad esempio, sarà spento il 50% delle luci dell’area vendita e tutte le luci dei reparti dove non si effettua lavorazione.

Per la settima edizione aderiscono al simbolico “silenzio energetico” le 5 sedi del gruppo, i 269 supermercati diretti e i 563 supermercati affiliati. Anche quest’anno aderiranno inoltre alcuni Master Franchisee di Simply® Italia: il Gruppo 3A di Asti con oltre 140  supermercati, la Cooperativa Etruria di Monteriggioni con oltre 280 supermercati e la Fratelli Ibba di Oristano con 13 supermercati e i Master Campano CSC con una cinquantina di supermercati. In totale saranno quindi oltre 1.300 i supermercati aderenti, diretti e in franchising, a insegna Simply, IperSimply e PuntoSimply, distribuiti su tutto il territorio nazionale.

Ad integrazione di ciò, sul sito Simplymarket.it e alle casse sarà esposto il Decalogo dei consigli di M’Illumino di Meno, con alcuni suggerimenti di buone abitudini che possono essere adottati nelle proprie abitazioni per risparmiare energia. L’obiettivo è di accrescere nei 4 milioni di clienti che visitano ogni settimana i punti vendita Simply la conoscenza e la diffusione di comportamenti più sostenibili nei consumi energetici domestici, nella convinzione che anche piccoli gesti se ripetuti quotidianamente portano a grandi risultati. Per sensibilizzare i collaboratori sarà utilizzato il giornale aziendale SimplyNews e la intranet, mentre nei punti vendita sarà diffuso via radio l’inno ufficiale della campagna 2014 “Per la scossa dei tuoi baci” realizzato dal gruppo musicale folk rock italiano Marmaja.

“In linea con il posizionamento sostenibile della nostra insegna, ci impegniamo da anni ad osservare una politica di rispetto dell’ambiente. – commenta Carlo Delmenico, Direttore Responsabilità Sociale d’Impresa di Simply® Italia – Come attori economici del territorio, siamo consci della nostra responsabilità e vogliamo contribuire al miglioramento dell’ecosistema sia con iniziative concrete sia attraverso campagne di sensibilizzazione, che diano nuovi stimoli e suggerimenti ecologicamente virtuosi ai nostri clienti, che si stanno dimostrando estremamente attenti a queste tematiche.”

Una vocazione sostenibile, che porta risultati concreti: 75% della rete diretta alimentata da energia rinnovabile; 10 soluzioni tecniche per il risparmio energetico validate e in progressiva estensione sulla rete diretta; oltre 13 milioni di euro devoluti alla ricerca scientifica di Telethon dal 2002. Per quanto riguarda il 2013, l’attenzione verso l’ambiente e il sociale è testimoniata dai seguenti indicatori: 6,4 milioni di Kwh risparmiati attraverso interventi tecnici dei nuovi punti vendita con conseguente riduzione di CO2 emessa nell’atmosfera; 299 tonnellate di prodotti alimentari devoluti alle associazioni caritative del territorio; 7,63 tonnellate di imballaggi non immessi nell’ecosistema grazie alla riduzione del packaging dei prodotti di marca privata Simply; oltre 12.000 tonnellate di plastica, cartone e legno riciclato nei punti vendita; 328 tonnellate di prodotti alimentari e detersivi sfusi venduti, che grazie all’assenza delle confezioni hanno permesso di risparmiare 12,4 tonnellate di plastica e cartone. Nello specifico, circa 200 tonnellate sono solo di detersivi, il 96% dei quali sono stati venduti senza confezione, segno che i clienti hanno accolto il messaggio: meno confezioni, meno imballaggi, meno rifiuti, meno emissioni di Co2.

—–

Lanciata dal programma radiofonico Caterpillar di Rai Radio 2, la manifestazione M’illumino di meno giunge alla decima edizione a livello nazionale, ottenendo quest’anno l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica e il Patrocinio del Parlamento Europeo.
Seppur iniziativa simbolica, in questi anni M’illumino di meno è diventato un appuntamento fisso non solo per singoli cittadini, ma anche per le Amministrazioni quale momento per riflettere insieme sul risparmio energetico, sulla razionalizzazione dei consumi, su come investire nel cambiamento delle proprie abitudini, sull’utilizzo delle energie rinnovabili. 
Si tratta da sempre di una Festa del Risparmio Energetico che, con la richiesta di uno spegnimento momentaneo dell’illuminazione dei monumenti principali delle città, propone non un oscurantista ritorno al passato, ma una sorta di gioioso “pride” sulla gestione intelligente delle risorse al fine di  ripensare un futuro sostenibile. 
Per questa edizione Caterpillar invita in particolare i musei a “mostrare il proprio amore per il Pianeta” spegnendo le luci sui loro capolavori nell’idea di evidenziare il legame tra la cultura e la sostenibilità ambientale, perché il cambiamento verso lo sviluppo sostenibile è prima di tutto un fatto culturale! 
 
Il Comune di Piacenza ha in questi anni avviato una serie di cambiamenti strutturali per attuare il risparmio energetico, contribuendo così alla riduzione delle emissioni di anidride carbonica attraverso ad esempio la sostituzione di oltre 600 centri luminosi da vapori di mercurio a vapori di sodio, con la sperimentazione di lampade a led per l’illuminazione stradale (via Risorgimento e via Martiri della Resistenza), con l’installazione di pannelli solari termici e fotovoltaici sui tetti di alcuni edifici comunali (scuole e palestre), con l’avvio di progetti sociali per la sensibilizzazione allo sviluppo sostenibile (rif. bando “Famiglie Salvaenergia”).
 
Venerdì 14 febbraio il Comune di Piacenza, che aderisce a M’illumino di meno dal 2007, parteciperà attivamente alla campagna, non solo attraverso lo spegnimento serale di alcuni suoi monumenti urbani, ma anche con altre inedite iniziative:
“Chi ama il bello non spreca”: Silenzio energetico dalle 18 alle 24 con lo spegnimento simbolico dell’illuminazione in piazza Cavalli, Palazzo Farnese e lungo le mura di cinta del centro storico, 
“Innamorarsi del risparmio Piace!”: in occasione del concomitante San Valentino il CEAS Infoambiente diffonderà, tra i dipendenti comunali in particolare, un decalogo di “buone azioni energetiche in ufficio”,
“Hai paura del buio?” Dalle 18.00 alle 19.30 nell’incantevole cornice del cortile e dei loggiati di Palazzo Farnese, proprio per ribadire il rapporto cultura–sostenibilità-cambiamento, invito aperto alla cittadinanza intera per partecipare alla manifestazione pubblica organizzata dal consorzio Greenet e dalle associazioni Arti e Pensieri, Fiab-Amolabici. Legambiente Circolo di Piacenza, Velolento insieme con il CEAS Infoambiente del Comune di Piacenza.
Diverse le proposte di sensibilizzazione sul tema del risparmio energetico e della razionalizzazione dei consumi: da una mostra di biciclette d’epoca e i sistemi d’illuminazione del mezzo, alla sensibilizzazione sull’importanza di pedalare in sicurezza ben illuminati e visibili (“M’illumino meno, ma in bici di luci faccio il pieno e pedalo più sereno”). Dalla creazione manuale di una lucerna romana (“Luci a Placentia”) a banchetti informativi sulle buone pratiche e consigli per la riduzione degli sprechi energetici nel proprio quotidiano. 
“Hai voluto il buio? Adesso pedala!”: sono in fase di realizzazione fantasiose strutture per realizzare sorprendenti “giochi di luce” dedicati a chi è appassionato di bicicletta, di risparmio energetico, di fitness, di design, di eccentriche invenzioni… 
Il tutto accompagnato da musiche e danze della tradizione con un brindisi finale per “festeggiare insieme il risparmio energetico”.
I cittadini sono invitati a partecipare, meglio se portando con sé un ombrello colorato e una torcia elettrica!
 
 
 
Per ulteriori informazioni: CEAS Infoambiente.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.