Quantcast

Acqua pubblica, il Pd: “Servizi adeguati senza ripetere gli errori passati”

Con l’approvazione da parte del consiglio comunale di Piacenza del documento riguardante l’avvio di uno studio di fattibilità per la realizzazione di una società mista pubblico/privata per la gestione del servizio idrico integrato, si è conclusa la prima fase di confronto 

Più informazioni su

Acqua pubblica: ora iniziamo a lavorare per garantire servizi adeguati e non ripetere gli errori del passato. La nota del Pd di Piacenza, ecco il testo integrale

Con l’approvazione da parte del consiglio comunale di Piacenza del documento riguardante l’avvio di uno studio di fattibilità per la realizzazione di una società mista pubblico/privata per la gestione del servizio idrico integrato, si è conclusa la prima fase di confronto su un tema delicato che interessa da vicino tutti i cittadini.

E’ un percorso complicato, che vedrà gli amministratori locali impegnati nel valutare al meglio le soluzioni dal punto di vista della governance, e quindi del controllo pubblico, dell’efficienza dei servizi e dell’economicità degli stessi.

Si è tanto dibattuto in questi giorni, con toni e modalità differenti, ma il sistema locale è riuscito a muoversi in modo coordinato, dimostrando che il mandato ricevuto dai tanti amministratori è basato su attente valutazioni, non influenzabili da pressioni di nessun genere.

Si è farneticato di interessi personali, lobby, cospirazioni di ogni tipo, nella perfetta logica dietrologica di demolizione di tutto il sistema, anche locale, della democrazia. Alle mobilitazioni generali richiamate da tanti articoli di giornale hanno risposto, nei momenti più caldi, circa 10-20 persone da tutto il territorio provinciale, dimostrando che non è sufficiente creare un’associazione autoreferenziale per poter rappresentare i cittadini! Da Piacenza a Morfasso e a Ferriere, sino a Zerba, i cittadini chiedono che il servizio funzioni e che si paghi il giusto, evitando indebiti arricchimenti e soprattutto speculazioni su un servizio primario.

Questo noi chiediamo al sistema locale e lo rivendicheremo con forza all’atto della scelta della modalità di gestione e della successiva gara, sapendo che è compito degli amministratori eletti dai cittadini quello di garantire la qualità e l’efficienza del servizio idrico. Del resto, anche in tempi recenti gli amministratori si sono confrontati duramente con il gestore attuale, e in molti casi hanno ottenuto risultati, come con la recente conferma del piano di investimenti nella rete idrica, che sembrava non dovesse essere più realizzato.

Infine prendiamo atto con piacere della compattezza del Gruppo Consiliare del Partito Democratico del Comune di Piacenza e l’apprezzabile senso di responsabilità e coerenza ancora una vostra mostrato da parte dei Consiglieri dei Gruppi dei Moderati, dei Piacentini per Dosi e del Consigliere Zucconi. Restiamo disponibili ad approfondire con le rimanenti formazioni politiche sia di Centrosinistra che di minoranza, ogni aspetto che vada nel segno della tutela dei diritti dei cittadini, peraltro ringraziando quei Consiglieri di minoranza, come il Consigliere del Gruppo del Nuovo Centro Destra piacentino Giovanni Botti, che hanno dimostrato quella coerenza e quel coraggio evidentemente persi per strada dalla Lega Nord, da Forza Italia e da Fratelli d’Italia.

Partiti e Gruppi, questi ultimi, tanto solerti nel votare a favore dell’avvio dello studio di fattibilità sulla società mista in Provincia, quanto decisi e autoconvinti nel votare in senso contrario in Comune a Piacenza.
A dimostrazione, se c’è ne fosse ancora bisogno, della posizione strumentale assunta da questi consiglieri, abituati ormai da tempo immemore ad essere contro a prescindere, credendo così di conquistare consenso elettorale. Una strategia che, alla luce del felice e ripetuto esito delle elezioni per il Comune di Piacenza tenutesi dal lontano 2002 sino ad oggi, speriamo in tutta sincerità che continuino a seguire con convinzione anche per il futuro.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.