Quantcast

Agli Amici della Lirica una serata dedicata a Puccini foto

Sabato alle 21. A condurre gli spettatori nell'affascinante percorso sarà Lara Granata, dottoressa  in Scienze dei Beni Culturali, laureatasi all’Università degli Studi di Milano nel 2008 e preziosa risorsa dell’Associazione stessa, che presenterà la sua tesi di laurea intitolata L’omicidio e il suicidio nelle opere pucciniane

Più informazioni su

Si profila una serata da non perdere quella di sabato 8 febbraio 2014, con inizio alle ore 21, presso la sede degli Amici della Lirica di Piacenza in vicolo Serafini 12, un appuntamento tutto dedicato al compositore Giacomo Puccini, alla sua poetica, alle sue eroine, e ai temi di omicidio e suicidio nelle sue opere.

A condurre gli spettatori in questo affascinante percorso sarà Lara Granata, dottoressa  in Scienze dei Beni Culturali, laureatasi all’Università degli Studi di Milano nel 2008 e preziosa risorsa dell’Associazione stessa, che presenterà la sua tesi di laurea intitolata L’omicidio e il suicidio nelle opere pucciniane, relatore la professoressa Maddalena Mazzocut-Mis.

Le opere pucciniane indagate principalmente dalla Granata sono Il Tabarro (2007, produzione del Teatro di Modena), e Suor Angelica (2007, produzione del Teatro di Modena). «Sono opere minori di Puccini» dice Lara Granata «ma quando le ho viste in scena la prima volta a Piacenza nel febbraio del 2007 mi avevano particolarmente affascinata. Nella primavera dello stesso anno ho seguito un corso di filosofia estetica con la Professoressa Mazzocut-Mis incentrato sul melodrammatico; da lì l’idea di una tesi sul melodramma e sulle opere di Puccini, mio compositore preferito».

Un duro lavoro di ricerca che ha portato la giovane studiosa a contatto con importanti archivi, tra i quali impossibile non nominare quello del Teatro alla Scala, a visitare Lucca, città di Puccini, e Torre del Lago. Il melodrammatico e il melodramma in musica, i temi del kitsch, della commozione, di amore e morte e molto altro ancora nell’intenso elaborato di Lara Granata. Ad interpretare arie scelte a supporto della conferenza sarà il soprano Manami Hama, accompagnata al pianoforte dal M° Gianfranco Iuzzolino.

Manami Hama, diplomatasi in canto all’Università Musicale Musashino di Tokyo e perfezionatasi all’Accademia Fujiwara della stessa città, ha iniziato la sua carriera europea con Madama Butterfly di Puccini allo Stadttheater di Fürth (Germania). Da allora ha cantato in più di duecentocinquanta importanti teatri italiani ed europei in più di seicento recite distinguendosi particolarmente per la sua interpretazione delle primedonne verdiane e delle eroine pucciniane.

In una misurata sinergia di esposizione e performance di canto, Lara Granata, Manami Hama e Gianfranco Iuzzolino ci condurranno alla scoperta di un meno noto Puccini, che vale la pena di scoprire o riscoprire. Gli organizzatori, nel ringraziare la Banca di Piacenza per il sostegno alle attività dell’associazione, ricordano che l’ingresso è gratuito e aperto a tutta la cittadinanza.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.