Quantcast

Alberi a rischio caduta in città, 20 saranno abbattuti foto

L’assessore alla Città Sostenibile Luigi Rabuffi ricorda che “a fronte degli 80 abbattimenti resisi purtroppo necessari nel corso del 2013, sono state messe a dimora durante l’anno ben 169 piante nelle aree verdi di nuova lottizzazione o riqualificate"

Più informazioni su

Sarà eseguito nei prossimi giorni, per ragioni di sicurezza e incolumità dei cittadini, l’abbattimento di alcuni alberi che presentano condizioni di instabilità, rilevate nei mesi scorsi tramite il monitoraggio condotto con la tecnica internazionale del Visual Tree Assessment che calcola, inserendo i dati visivi e strumentali in un software, le possibilità di cedimento o schianto. Per gli esemplari compromessi in modo evidente si è proceduto a una verifica da parte dell’Ufficio comunale per il Verde.

Tra i vegetali analizzati, 20 sono affetti da problemi strutturali che potrebbero portare alla caduta dell’intera pianta o di alcune parti: si tratta di due sofore in via Da Sangallo, due tigli in via Lanza, una ceppaia di pioppo nel parcheggio di viale Malta, due aceri in via Cozzi a Quarto, due robinie nell’asilo di via Sarmato, due aceri in via Casteggio 35, due tigli in via Cella 67-69, due robinie in strada Bobbiese 108, due tuie antistanti la scuola Mazzini in piazza Cittadella, un tiglio nel giardino Anguissola di via Vitali, una ceppaia di gelso in corso Europa e un albero in via Salvo D’Acquisto a Pittolo. La tabella riepilogativa e le fotografie degli esemplari in questione, così come i dati dettagliati dell’analisi Vta, sono a disposizione presso l’Ufficio Verde di viale Beverora 57.

L’assessore alla Città Sostenibile Luigi Rabuffi ricorda che “a fronte degli 80 abbattimenti resisi purtroppo necessari nel corso del 2013, sono state messe a dimora durante l’anno ben 169 piante nelle aree verdi di nuova lottizzazione o riqualificate, di cui 16 tra via Sanzio e via Da Vinci, 125 in strada di Quartazzola a Vallera e 28 piante da frutto nel giardino tra via Cremona e via Emilia Parmense.

A queste vanno aggiunti 18 alberi da frutto nelle aree scolastiche comunali, donate da Leroy Merlin, nonché le 1500 piantine forestali assegnate dalla Regione Emilia Romagna, di cui metà è stata distribuita alla cittadinanza, l’altra metà messa a dimora in adempimento alla normativa che prevede un albero per ogni neonato e per ciascun minore adottato.

Sempre nel 2013 – specifica l’assessore – sono state richieste e ottenute dal vivaio forestale regionale 1700 piantine già distribuite, per il 50%, ai privati cittadini e in attesa, per la parte restante, di essere collocate nelle aree verdi comunali. Senza dimenticare, infine, i 24 platani e i 6 carpini che abbiamo piantumato, rispettivamente, lungo il Pubblico Passeggio e in piazza Duomo, grazie ai finanziamenti ottenuti da Comieco per la vittoria alle Cartoniadi”. 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.