Quantcast

“Attiviamoci per Piacenza”, nuovo bando di volontariato cittadino

Volontariato, partecipazione, sponsorizzazione. Sono state presentate, stamane nella sala del consiglio comunale, le nuove proposte di iniziative di cittadinanza attiva "Attiviamoci per Piacenza".

Più informazioni su

Volontariato, partecipazione, sponsorizzazione. Sono state presentate, stamane nella sala del consiglio comunale, le nuove proposte di iniziative di cittadinanza attiva “Attiviamoci per Piacenza”.
 
Numerosi, come ha spiegato il sindaco Paolo Dosi, gli ambiti del progetto: curiamo il verde, insegnamo la tecnologia, assistiamo gli animali, tuteliamo i bambini, supportiamo la cultura, guidiamo il piedi bus (250 i bambini che utilizzano il servizio ogni giorno), insegnamo le lingue, sosteniamo eventi e sport. Infine i due nuovi ambiti coltiviamo piccoli orti urbani e collaboriamo con “Insieme per l’hospice”. “L’invito che facciamo – ha detto Dosi – é trasformare l’elemento della protesta, usato da cittadini e comitati, a collaborare con l’amministrazione per migliorare la nostra città”.
 
Nell’ultimo triennio sono stati 200 i cittadini che hanno aderito all’iniziativa di cittadinanza attiva. “Perché aderire? – ha spiegato L’assessore all’ambiente Luigi Rabuffi – Per dare un contributo alla nostra città, una città che amiamo. l’esperienza di questi 3 anni ci ha fatto capire che la direzione é quella giusta”. In particolare Rabuffi ha rivolto il suo appello ai giovani.
 
A spiegare tecnicamente come aderire al bando é stata la dirigente comunale Renza Malchiodi. Possono aderire cittadini, stranieri regolarmente soggiornanti, scuole, imprenditori, associazioni, cooperative sociali e gruppi informali. L’attività é esclusivamente volontaria. L’apposito modulo e maggiori informazioni sono consultabili sul sito www.comune.piacenza.it. Per aderire al progetto la candidatura va ripresentata entro sabato 15 marzo. Dosi, in ambito di volontariato, ha anche parlato della volontà di costituire un servizio civile comunale. “Stiamo costruendo questo percorso” ha spiegato.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.