Botti (Pdl) “Bici in stazione, è necessario prolungare la sperimentazione?”

Il rinnovo dell'ordinanza di divieto di posteggio delle bici in piazzale Marconi è al centro di un'interrogazione del consigliere comunale Giovanni Botti (Pdl - Nuovo Centrodestra)

Più informazioni su

Il rinnovo dell’ordinanza di divieto di posteggio delle bici in piazzale Marconi è al centro di un’interrogazione del consigliere comunale Giovanni Botti (Pdl – Nuovo Centrodestra).

L’ordinanza prevede la “rimozione di velocipedi e ciclomotori parcheggiati o agganciati ad elementi di arredo urbano, a pali dell’illuminazione pubblica, a monumenti, a sostegni dei cartelli di segnaletica stradale e pubblicitari e ad altre strutture, su aree verdi ovvero in evidente stato di abbandono in Piazzale Marconi, area antistante la Stazione Ferroviaria”.

 
“Il rinnovo del provvedimento – afferma Botti – è dovuto alla necessità di avere “un congruo e adeguato periodo di monitoraggio, al fine di valutarne gli effetti sia sotto l’aspetto viabilistico, sia sotto l’aspetto del decoro urbano””. “Considerato però che l’ordinanza è in vigore da più di tre anni, periodo quanto mai congruo ed adeguato ai fini del provvedimento, chiedo di sapere: chi fosse adibito al monitoraggio e quali siano i risultati del monitoraggio in questione; perché sia necessario un ulteriore periodo di monitoraggio; perché le rastrelliere delle biciclette “mi muovo” non costituiscano ostacolo alla “naturale fruizione da parte degli utenti” essendo poste anch’esse sul marciapiede; se esiste e quale sia eventualmente il contenuto di una nota/documento della Sovrintendenza ai  Beni Storici e Artistici a riguardo dei vincoli estetici su Piazzale Marconi”.

Botti chiede anche “quanti interventi di manutenzione sono occorsi alle scale mobili in questi tre anni e quale sia il futuro della zona, nel suo complesso, in relazione al prossimo completamento del progetto inerente la riqualificazione dell’area Borgofaxhall”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.