Quantcast

“Collaborazione con le guardie giurate”. Pronto il protocollo sulla sicurezza

A breve sarà inviata a tutti gli interessati la bozza del Protocollo che sarà sottoscritta a livello locale e che riguarderà inizialmente il Comune di Piacenza

Nuova riunione in Prefettura del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica. Al tavolo, insieme al prefetto Anna Palombi, hanno preso parte il sindaco di Piacenza Paolo Dosi, l’Assessore provinciale alla sicurezza Maurizio Parma, il questore, i comandanti provinciali dei carabinieri, della guardia di finanza e del corpo forestale dello Stato, insieme ai comandanti della polizia municipale e provinciale ed ai rappresentanti degli Istituti di Vigilanza Ivri, Metronotte Piacenza ed Electronic Controls.

Nel corso dell’incontro sono stati esaminati gli aspetti salienti del Protocollo sottoscritto a livello nazionale “Mille Occhi sulla Città” che vede il coinvolgimento delle guardie giurate nell’osservazione del territorio al fine di segnalare alle Forze di Polizia statale, nonché alla Polizia Municipale in caso di situazioni afferenti la sicurezza urbana, ogni fatto o elemento che possa essere di interesse per prevenire eventuali reati o situazioni di disagio o difficoltà.

In particolare, spiega la Prefettura, le segnalazioni potranno riguardare: la presenza di mezzi di trasporto o di persone sospette; l’eventuale fuga di mezzi o persone dal luogo del delitto; la segnalazione di auto o moto rubate; la segnalazione di bambini, persone anziane, persone in stato confusionale ed in evidente difficoltà; la segnalazione della presenza di ostacoli sulle vie di comunicazione; l’interruzione dei servizi di fornitura di fonti energetiche; la segnalazione di allontanamento da presidi ospedalieri di persone anziane o in trattamento sanitario obbligatorio; la segnalazione di ogni altra situazione che faccia ritenere imminente la commissione di reati; le situazioni particolarmente significative di degrado urbano e disagio.

A breve sarà inviata a tutti gli interessati la bozza del Protocollo che sarà sottoscritta a livello locale e che riguarderà inizialmente il Comune di Piacenza. Era stato lo stesso prefetto Palombi a sollecitare, in particolare relativamente a reati come furti e rapine, “interventi immediati a fini di prevenzione e repressione e per far recuperare ai cittadini il senso di sicurezza”.


Sicurezza, Trespidi: “Occorre un maggiore presidio del territorio”

“Dall’atto del suo insediamento – interviene il presidente della Provincia Massimo Trespidi sul tema della sicurezza – questa Amministrazione provinciale è presente alle riunioni del Comitato provinciale per l’Ordine e la sicurezza Pubblica con il vicepresidente e assessore alla Sicurezza Maurizio Parma e con la comandante della Polizia provinciale Anna Olati. Oggi, così come in occasione delle precedenti riunioni, non ho dunque partecipato all’incontro in quanto la Provincia era già rappresentata”.

“L’attenzione dell’Amministrazione  – continua Trespidi – sul tema della sicurezza dei cittadini, secondo le competenze assegnate all’ente, è altissima: lo dimostrano i consistenti investimenti effettuati dalla Provincia a beneficio dei singoli Comuni e del mondo agricolo. Confermo infine la mia preoccupazione in merito alla necessità di un maggiore presidio del territorio e confermo anche la disponibilità di tutta l’Amministrazione su un tema di tale priorità”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.