Quantcast

Fare impresa è un miraggio? In Camera di Commercio il progetto O.A.S.I.

La Camera di commercio offre un progetto complesso per supportare la nascita di nuove imprese

Più informazioni su

Parte ufficialmente la selezione dei candidati a partecipare al progetto O.A.S.I. (Orientamento, Assistenza tecnica, Servizi finanziari per Imprese nuove), l’iniziativa messa a punto dallo Sportello Genesi della Camera di commercio. “Il progetto” sottolinea il Presidente Giuseppe Parenti “rappresenta un’opportunità per tutti coloro che hanno un’idea di impresa ma non sanno da che parte iniziare.

Spesso non basta infatti pensare che il proprio progetto imprenditoriale sia innovativo, sostenibile, fattibile concretamente. Occorre anche metterlo alla prova, verificare in che modo finanziarlo, conoscere da subito quali saranno i costi ed i possibili introiti nel breve e nel medio periodo.

L’occasione è nata grazie ad un bando nazionale promosso da Unioncamere e Ministero dello Sviluppo economico” continua il Presidente della Camera di commercio che forniva un prototipo progettuale sul quale muoversi. Gli uffici lo hanno sviluppato e lo hanno sottoposto al Comitato di gestione che lo ha approvato, riconoscendo un finanziamento complessivo pari al 60 per cento dei costi del progetto.

O.A.S.I. intende fornire sia gli strumenti informativi necessari per approcciare correttamente l’attività imprenditoriale che un supporto economico: un vero e proprio pacchetto integrato di servizi. Il progetto è riservato a 25 persone che saranno selezionate sulla base della propria idea imprenditoriale. A tutte sarà data la possibilità di frequentare un corso (in parte in aula in parte a distanza) della durata di 40 ore.

Al termine di questa fase chi si sottoporrà ad un test ed otterrà una buona valutazione potrà accedere a voucher gratuiti per essere guidato nella predisposizione del business plan. Una commissione valuterà tali elaborati e deciderà a chi assegnare i cinque voucher ulteriori per assistenza tecnica (legale e amministrativa) utile ad avviare la propria impresa.

La Camera di commercio metterà poi a disposizione sia un contributo a fondo perduto a parziale copertura degli oneri iniziali di investimento che un fondo di garanzia per il micro-credito. “Puntiamo ad avere la massima collaborazione con le associazioni di categoria del territorio – ha sottolineato Parenti – le inviteremo a breve per illustrare loro il progetto e proporgli di mettere a disposizione la propria professionalità a supporto degli aspiranti imprenditori, con convenzioni mirate ed accordi. Anche i Confidi dovranno diventare nostri partner. Solo facendo rete si può pensare ad offrire un aiuto concreto.”

Il bando per la selezione dei candidati e la domanda di ammissione alla prima giornata di orientamento saranno disponibili sul sito della Camera di commercio (www.pc.camcom.it) da mercoledì 19 febbraio. Il termine ultimo per la raccolta delle adesioni è fissato improrogabilmente al 7 marzo prossimo.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.