Quantcast

Il Pro espugna il Garilli. Franchi decide il derby IL FOTORACCONTO foto

Il Pro Piacenza espugna anche il Garilli e infligge il colpo probabilmente decisivo alle speranze del Piacenza, ora distante 13 punti dalla capolista. A decidere il derby un bel gol alla mezz’ora del primo tempo di Franchi a conclusione di un’ottima azione della squadra di Franzini

Più informazioni su

PIACENZA – PRO PIACENZA 0-1
(31’ pt Franchi)

Il Pro Piacenza espugna anche il Garilli e infligge il colpo probabilmente decisivo alle speranze di rimonta del Piacenza, ora distante 13 punti dalla capolista. A decidere il derby un bel gol alla mezz’ora del primo tempo di Franchi a conclusione di un’ottima azione della squadra di Franzini.

Prima la gara aveva offerto pochi spunti degni di nota; nella ripresa Viali tenta il tutto per tutto schierando la squadra con tre punte e il Piacenza sfiora più volte il pareggio, ma l’imprecisione dei biancorossi e i grandi interventi di Donnarumma rendono vano il forcing finale. TABELLINO E  COMMENTO


Franzini: “Noi bravi e fortunati”

E’ molto soddisfatto il tecnico del Pro Piacenza Arnaldo Franzini, che attacca il suo discorso facendo una dedica: «Per prima cosa desideravo dedicare questo risultato al mio caro amico Marco, detto “Cent”, che non sta molto bene e al quale avevo promesso di dedicare un risultato positivo – poi prosegue – per quanto riguarda la partita devo dire che è stata una grande vittoria. Soprattutto nel primo tempo abbiamo disputato una grande prestazione, concedendo poco al Piacenza e stando molto compatti e corti. Un po’ meno bene nel secondo tempo dove il Piacenza ha giocato meglio creando alcune occasioni importanti per pareggiare. L’INTERVISTA E LE PAGELLE DEL PRO

Viali: “Serviva qualcosa di speciale”
«Sono molto arrabbiato per i primi 20’ minuti di partita della mia squadra – ha detto l’allenatore del Piacenza William Viali – avevamo preparato una partita diversa dove volevamo aggredirli alti da subito, giocando la palla velocemente e con pochi errori in uscita. E invece abbiamo fatto l’opposto. Poi, anche prima del gol dove siamo stati puniti in seguito a una palla persa a centrocampo, mi sono tranquillizzato perché ho visto la squadra iniziare a giocare, pur creando troppo poco. Completamente diverso invece il discorso del secondo tempo, dove non posso veramente dire nulla alla mia squadra”. INTERVISTE E PAGELLE DEL PIACENZA

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.