Quantcast

“Journal d’un corps”, domani Daniel Pennac al Municipale

Dai dodici agli ottantasette anni un uomo tiene il diario del suo corpo. O, più esattamente, il diario delle sorprese che il suo corpo, nell’arco di una vita intera, fa alla sua mente. Atteso appuntamento internazionale al Teatro Municipale di Piacenza, per il quale si prevede il tutto esaurito. 

Dai dodici agli ottantasette anni un uomo tiene il diario del suo corpo. O, più esattamente, il diario delle sorprese che il suo corpo, nell’arco di una vita intera, fa alla sua mente. Atteso appuntamento internazionale al Teatro Municipale di Piacenza, per il quale si prevede il tutto esaurito. Va in scena venerdì 21 febbraio alle ore 21 Daniel Pennac con “Journal d’un corps” per il cartellone Altri Percorsi della Stagione “Tre per Te” organizzata da Teatro Gioco Vita, direzione artistica di Diego Maj, con la Fondazione Teatri, il Comune di Piacenza – Assessorato alla Cultura e il sostegno di Fondazione di Piacenza e Vigevano, Cariparma, Iren.
 
Al termine dello spettacolo, direttamente in teatro, Daniel Pennac dialogherà con il pubblico. L’incontro sarà curato da Gabriele Dadati, con la traduzione di Lorelle Carini. 
 
La lettura-teatrale di e con Pennac è tratta dall’omonimo romanzo dello scrittore francese, edito da Gallimard e pubblicato da Feltrinelli in Italia con il titolo “Storia di un corpo”. È a prima vista il più intimo dei diari intimi, ma non appena ci addentriamo, scopriamo che questo giardino così segreto è il più comune dei nostri territori. La lettura ad alta voce sgorga allora naturale, come passaggio dal singolare al plurale, dal corpo unico del lettore al corpo comune del pubblico.
 
Lezione di anatomia sotto forma di elogio dell’osservazione sperimentale dal vivo, “Journal d’un corps”, come i famosi dipinti di Rembrandt, merita di essere esposto nella sua oralità per uscire dal circolo del silenzio che lega un libro al suo lettore. Adattando il suo romanzo, per portarlo lui stesso alla ribalta, con la complicità di Clara Bauer, Daniel Pennac si serve di questo spettacolo per trasmettere il suo manifesto, quasi un nuovo manuale del saper vivere destinato a tutte le generazioni.
 
«Il titolo “Journal d’un corps” (“Storia di un corpo”) – spiega la regista Clara Bauer – dice esattamente cos’è il libro di Daniel Pennac: il diario che un uomo, dai 12 agli 87 anni, tiene degli stati successivi del suo corpo. Tutti i lettori (e le lettrici) vi ritrovano le proprie sensazioni più intime e riconoscono i propri ricordi più nascosti. Noi, che ci sentiamo a volte così soli nel nostro corpo, scopriamo poco a poco che questo giardino segreto è, in realtà, un territorio comune. Tutto ciò che non diciamo è lì, nero su bianco, e quello che ci faceva così paura, diviene spesso fonte di ilarità. Cosa apporta la scena al romanzo? La materia stessa del teatro: la sua luce, il suo spazio, la sua durata, la fusione di un corpo unico con il grande corpo comune del pubblico: in breve, il mistero laico dell’incarnazione, che Pennac condivide con il pubblico, attraverso un’interpretazione straordinariamente viva, offrendo a questo diario quella dimensione personale che solo lui, in quanto autore, può rendere pienamente».
 
Lo spettacolo è una produzione C.I.C.T. / Théâtre des Bouffes du Nord in coproduzione con Les Théâtres de la ville de Luxembourg, produttore delegato per l’Italia Roberto Roberto per Laila srl in collaborazione con Il Funaro. 
 
“TRE PER TE” Stagione di prosa 2013/2014 del TEATRO MUNICIPALE di Piacenza è una rassegna di TEATRO GIOCO VITA Teatro Stabile di Innovazione direzione artistica Diego Maj
 
FONDAZIONE TEATRI DI PIACENZA
 
in collaborazione con
 
FONDAZIONE DI PIACENZA E VIGEVANO
 
CARIPARMA – Crédit Agricole
 
IREN Emilia
 
con il contributo di
 
MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITA’ CULTURALI Dipartimento dello Spettacolo
 
REGIONE EMILIA ROMAGNA
 
LOCANDINA
 
venerdì 21 febbraio 2014 – ore 21
 
Teatro Municipale
 
Daniel Pennac
 
JOURNAL D’UN CORPS 
 
Storia di un corpo 
 
di e con Daniel Pennac 
 
regia Clara Bauer 
 
scene, luci e costumi Oria Puppo 
 
animazione video Johan Lescure 
 
musiche Jean-Jacques Lemêtre 
 
produzione C.I.C.T. / Théâtre des Bouffes du Nord 
 
coproduzione Les Théâtres de la ville de Luxembourg 
 
produttore delegato per l’Italia: Roberto Roberto per Laila srl 
 
in collaborazione con Il Funaro 
 
PREZZI
 
Platea € 23 (intero) € 21 (ridotto) € 14 (possessori family card)
 
Posto Palco € 21 (intero) € 19 (ridotto) € 12 (possessori family card)
 
Ingresso palchi/galleria € 16 (intero) € 14 (ridotto)
 
Galleria numerata € 18 (intero) € 16 (ridotto) € 11 (possessori family card)
 
Loggione numerato € 11 (intero) € 9 (ridotto) € 4 
 
Ingresso loggione € 7 (possessori family card)
 
Studenti € 11 (posto unico in galleria) € 4 (possessori family card)
 
Last minute € 15 (platea e posto palco), € 11 (galleria), € 4 (loggione)
 
INFO E BIGLIETTERIA
 
TEATRO GIOCO VITA, Via San Siro 9, Piacenza – Telefono 0523.315578 – biglietteria@teatrogiocovita.it
 
Orari di apertura: dal martedì al venerdì ore 15-18.
 
Il giorno dello spettacolo la biglietteria funziona unicamente nella sede della rappresentazione a partire dalle ore 19 (Teatro Municipale, 
 
via Verdi 41, tel. 0523.492251).
 
Per informazioni: Teatro Gioco Vita – Teatro Stabile di Innovazione, Biglietteria 0523.315578 – Uffici 0523.332613.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.