Quantcast

Piace, i fratelli Gatti ci ripensano? Cisini: “Pronti a fare la nostra parte”

«C’è rammarico - spiega l’assessore allo sport - perché alcuni episodi hanno turbato l’ambiente e questo non va bene. E' evidente che chi ci mette tanto impegno a fronte di situazioni esterne alla squadra e anche di qualche risultato negativo possa avere un attimo di scoramento».

Società da una parte, ultras dall’altra. In mezzo una frattura che sembrava insanabile e pareva aver portato i fratelli Gatti a una decisione drastica, fino all’abbandono della plancia di comando del Piacenza calcio. Nelle ultime ore pare che i massimi dirigenti biancorossi stiano ripensando alla propria posizione e ci sarebbero spiragli per far tornare almeno un po’ di sereno sulla squadra.

«C’è rammarico – spiega l’assessore allo sport Giorgio Cisini – perché alcuni episodi hanno turbato l’ambiente e questo non va bene. La squadra va sempre stimolata e incoraggiata, è evidente che chi ci mette tanto impegno a fronte di situazioni esterne alla squadra e anche di qualche risultato negativo possa avere un attimo di scoramento». LEGGI TUTTO SU SPORTPIACENZA.IT

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.