Quantcast

“Piano Solo” di Erminio Cella al Milestone

ella eseguirà alcuni brani di sua composizione e altri dei musicisti che più ha stimato e che in tutti questi anni gli hanno lasciato un segno indelebile; quasi un modo per ringraziarli e rendere loro omaggio o, come afferma lui stesso: "vuole essere un omaggio alla bellezza della musica, che ha stregato la mia vita".

Più informazioni su

Una personalità complessa e raffinata, sia musicalmente che umanamente, una sensibilità acuta e vigile, una creatività che risente spesso delle “gabbie” della performance e dalle quali prova a fuggire altrettanto spesso, una dolcezza che si tramuta in un tocco pianistico che ricerca il suono in tutte le sfumature armoniche della sua pienezza, un estrosità ritmica che sfiora a volte il paradosso, creando tensioni che si liberano nelle risoluzioni più inaspettate, una confidenza con le armonie complesse che nelle sue mani divengono quasi accordi “per bambini”, una vena compositiva melodica che riesce a condensare emozioni in poche note. 
 
Questo è Erminio Cella, ma soprattutto questo è il suo modo di fare musica, come se fosse la cosa più naturale del mondo, come se l’avesse fatto ancor prima di nascere, come se a suonare non fossero le mani, ma un distillato di vita, emozioni, persone, dolori, gioie, difficoltà e piaceri di una quotidianità mai quotidiana, che diventano improvvisamente arte. ??Il “piano solo” permette la maggiore espressività possibile. Il musicista si esibirà sabato 22 febbraio alle 21 e 15 nel locale Milestone di Piacenza. 
 
Non avendo vincoli creati dall’interazione con altri musicisti, il pianista può gestire tutti i parametri espressivi in totale libertà. 
 
Per Erminio Cella suonare in piano solo non è una novità, figuriamoci, ma la novità è farlo con l’intenzione di condensare quarant’anni di musica in un pianoforte solitario, su un palco solitamente gremito di strumenti, musicisti, cavi e microfoni. Inoltre questo piano solo al Milestone dopo quarant’anni di musica suona un po’ come un’auto-sfida, un traguardo importante. 
 
Sì, Erminio suona da quarant’anni, “solo” venticinque come professionista. Pianista, tastierista, arrangiatore, compositore, didatta. E’ docente di pianoforte alla Milestone School of Music e ha collaborato con tantissimi  musicisti italiani e stranieri. ?Cella eseguirà alcuni brani di sua composizione e altri dei musicisti che più ha stimato e che in tutti questi anni gli hanno lasciato un segno indelebile; quasi un modo per ringraziarli e rendere loro omaggio o, come afferma lui stesso: “vuole essere un omaggio alla bellezza della musica, che ha stregato la mia vita”.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.