Quantcast

Planetario, domani recital di Leonardo Lidi

Con queste parole l’attore e regista Leonardo Lidi presenta l’attesa serata di venerdì 28 febbraio, alle ore 21, al Museo di Storia Naturale di Piacenza, in Via Scalabrini 107.
Lidi intratterrà il pubblico con un monologo dedicato al cielo e alle stelle, uno spettacolo tra la prosa e la poesia che si propone di affascinare, suggestionare e stupire.

Più informazioni su

“Si può parlare di cielo e luna senza diventare aulici? Noi pensiamo di sì, e cercheremo di dimostrarlo in una serata all’insegna del festeggiamento per questo evento piacentino tanto atteso”. Con queste parole l’attore e regista Leonardo Lidi presenta l’attesa serata di venerdì 28 febbraio, alle ore 21, al Museo di Storia Naturale di Piacenza, in Via Scalabrini 107.
Lidi intratterrà il pubblico con un monologo dedicato al cielo e alle stelle, uno spettacolo tra la prosa e la poesia che si propone di affascinare, suggestionare e stupire.
 
In sottofondo all’iniziativa culturale si potranno degustare biscotti e vini da meditazione, offerti dalle cantine Mainetti, con la collaborazione del gruppo Alpini di Monticelli d’Ongina.
L’ingresso all’evento è gratuito e rientra nel calendario di iniziative promosse dal Museo e dalla Società di Scienze Naturali a corollario del Planetario didattico, che è allestito nell’area esterna del Museo di Via Scalabrini.
 
A tale proposito, l’organizzazione del Planetario, affidata all’Agenzia Omnia Eventi, ha previsto per la serata di venerdì 2 proiezioni speciali, alle ore 21.30 e alle ore 22.30. Il costo del biglietto d’ingresso alla proiezione, della durata di 45 minuti, è di 6.50 euro (5 euro ridotto). Per prenotare la propria proiezione – i posti sono limitati a 40 – è possibile inviare una mail a: info@planetariopiacenza.com o telefonare al numero 3920213970.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.