Quantcast

“Raccogliamo miglia verdi” Al via il concorso per 65 classi

Partirà lunedì 3 marzo la nona edizione di “Raccogliamo le miglia verdi”, progetto educativo proposto dal Ceas Infoambiente del Comune di Piacenza che quest’anno vede l’adesione di 65 classi delle scuole primarie

Più informazioni su

Al via il concorso “Raccogliamo miglia verdi”

Partirà lunedì 3 marzo la nona edizione di “Raccogliamo le miglia verdi”, progetto educativo proposto dal Ceas Infoambiente del Comune di Piacenza che quest’anno vede l’adesione di 65 classi delle scuole primarie, tra materne ed elementari. Per un intero mese i bambini e le bambine partecipanti, ben 1402, si sfideranno impegnandosi a compiere “azioni sostenibili” per ridurre il loro impatto ambientale. Attraverso la raccolta dei bollini verdi per ogni loro buona azione nei confronti delle tematiche ambientali (mobilità, acqua, rifiuti, energia, alimentazione), i partecipanti potranno informarsi sui tanti modi per attuare uno stile di vita sostenibile e sensibilizzare, a loro volta, amici e familiari. Ogni loro eco-gesto avrà infatti un effetto concreto ed immediato riducendo di fatto le emissioni di Co2.

Ogni bollino verde corrisponde a un miglio e più bollini verdi si raccoglieranno, più si avvicinerà il traguardo di Lima, meta di un simbolico viaggio immaginario: è in Perù, infatti che si svolgerà la prossima Conferenza Onu sul Clima. Al vertice mondiale sarà presentato il risultato finale raggiunto anche dai bambini e dalle bambine di Piacenza. Le tonnellate di gas serra risparmiate dai partecipanti sul nostro territorio saranno presentate in anteprima il 5 Giugno, Giornata mondiale dell’Ambiente, in occasione di una manifestazione pubblica organizzata dal Ceas con la proclamazione delle scuole e delle classi vincitrici.

L’appello di Infoambiente è rivolto in particolare ai genitori, perché aiutino i loro piccoli “paladini dell’ambiente” a concretizzare semplici e quotidiane azioni la cui utilità è sostenuta anche da valutazioni medico-scientifiche. L’invito è quindi a privilegiare quando possibile, almeno nel mese di marzo, un’alternativa valida all’uso dell’auto per accompagnare i figli a scuola (aderendo al Pedibus, scegliendo la bicicletta o condividendo il viaggio in macchina con altre famiglie), ma anche a farsi aiutare, in casa, a ridurre gli sprechi energetici connessi ai consumi di luce e riscaldamento, risparmiando l’acqua, diminuendo la mole di rifiuti prodotta ogni giorno o privilegiando a tavola prodotti stagionali.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.