Quantcast

Taglio Province, un miliardo di risparmi per abbassare le tasse locali

Provincia di Piacenza commissariata dal prossimo giugno, alla scadenza del mandato dell’attuale amministrazione Trespidi. E’ la sorte che toccherà all’ente di via Garibaldi se la riforma che contiene l’abolizione completerà l’iter in Parlamento

Più informazioni su

Provincia di Piacenza commissariata dal prossimo giugno, alla scadenza del mandato dell’attuale amministrazione Trespidi. E’ la sorte che toccherà all’ente di via Garibaldi se la riforma che contiene l’abolizione completerà l’iter in Parlamento. Attualmente il disegno di legge “svuota province” è al Senato, in commissione Affari costituzionali. Ma c’è un emendamento che potrebbe aiutare il cammino del provvedimento, una norma che collega l’abolizione degli enti, e quindi l’utilizzo dei conseguenti risparmi di spesa, all’abbassamento delle tasse locali, Imu e varie addizionali.

Una sorta di norma anti stangata – come spiega il Corriere.it – che fa parte del pacchetto di emendamenti presentato dal relatore, il deputato Pd Luciano Pizzetti, e concordato con il governo che sarà messo ai voti nei prossimi giorni. Non una promessa generica ma un obbligo da fissare nel disegno di legge che riduce i poteri delle province e le trasforma in assemblee di sindaci, sempre in attesa della loro cancellazione dalla Carta costituzionale. 

Quanti soldi sono in gioco? Secondo il Corriere.it (LEGGI QUI) con l’abolizione delle Province si possono certamente risparmiare i 160 milioni di euro che spendiamo ogni anno per gli stipendi di consiglieri e assessori. Sui risparmi indiretti, invece, la dottrina è divisa in materia. Il ministro per gli Affari regionali Graziano Delrio parla di un miliardo di euro, l’Istituto Bruno Leoni del doppio. Mentre per l’Unione delle province i costi in realtà aumenterebbero. Di certo c’è al taglio delle Province non potrà che seguire una razionalizzazione di altri enti territoriali, come le Prefetture, e da qui verebbero altri risparmi importanti.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.