Quantcast

Un grande Copra Elior supera Perugia al Palabanca (3-1) FOTO foto

Si chiedeva una prova di carattere e così è stato: il Copra Elior dimentica subito la sconfitta in Champions League contro Kazan e supera con un perentorio 3 a 1 al Palabanca l’ostacolo Perugia nel big match di giornata

Più informazioni su

COPRA ELIOR PIACENZA – SIR SAFETY PERUGIA 3-1 (25-20 23-25 25-16 25-18) TABELLINO E COMMENTO

Si chiedeva una prova di carattere e così è stato: il Copra Elior dimentica subito la sconfitta in Champions League contro Kazan (mercoledì prossimo la sfida decisiva per il passaggio in Final Four in casa dei russi) e supera con un perentorio 3 a 1 al Palabanca l’ostacolo Perugia nel big match di giornata. Ottima la partita degli uomini di Monti contro una squadra di gran valore con i parziali che parlano chiaro. Unico passaggio a vuoto nel secondo set, vinto dagli ospiti sul filo di lana; poi i biancorossi riprendono in mano la gara e per Perugia non c’è scampo. 

COPRA ELIOR PIACENZA – SIR SAFETY PERUGIA 3-1 (25-20, 23-25, 25-16, 25-18) – COPRA ELIOR PIACENZA: Marra (L), Le Roux 15, Partenio, Papi 10, Fei 7, Kaliberda 19, Simon 12, Tencati, Vettori 11, De Cecco 2. Non entrati Smerilli, Zlatanov, Husaj. All. Monti. SIR SAFETY PERUGIA: Buti 11, Paolucci 2, Petric 14, Giovi (L), Cupkovic, Della Lunga 1, Mitic, Vujevic 11, Atanasijevic 18, Semenzato 6. Non entrati Della Corte, Barone, Fanuli. All. Kovac.

ARBITRI: La Micela, Braico. NOTE – Spettatori 3657, incasso 25362, durata set: 25′, 30′, 24′, 26′; tot: 105′.

Dopo il brusco stop subito in Champions League, Piacenza ritrova forza e soprattutto morale dalla vittoria al termine della quinta gara di ritorno, successo che porta gli uomini di coach Monti ad allungare di 6 lunghezze su Trento, sconfitta in casa da Cuneo, e a recuperare due punti su Macerata perdente a Città di Castello. Tra le mura amiche del PalaBanca va in scena la sesta vittoria consecutiva (settima tenendo conto anche della Coppa Italia) questa volta giunta a discapito di una forte e determinata Sir Safety Perugia. Gli ospiti umbri vendono cara la pelle, rimanendo incollati ai padroni di casa e facendoli sudare per tutti e 4 i set disputati.

Piacenza però mette in campo una prestazione da grande squadra: nei momenti di difficoltà è l’intera Copra Elior a cercare una reazione, incentivata anche da un Samuele Papi che veste a regola d’arte i panni del capitano (Zlatanov assisterà alla gara dalla panchina). Questo viene dimostrato soprattutto nel secondo set: nonostante sia l’unico parziale che Perugia riesce a conquistare, Piacenza, trascinata da Papi, riesce a innescare una strepitosa rimonta dal 18-22 fino al 23-24. Incisivi e fondamentali il muro e la battuta: Piacenza mette a segno ben 13 muri vincenti (contro i 3 umbri) e 4 ace (contro i 2 perugini). E’ De Cecco a dirigere con grande maestria le sue pedine: Vettori (11 punti di cui 3 ace) poi sostituito al termine del secondo set da Le Roux (15 di cui 1 ace e 3 muri), Kaliberda (19, di cui 2 muri), Papi (10, di cui 1 muro ed eletto a gran voce MVP) e Fei (7, di cui 2 muri) fanno esultare un PalaBanca blindato.

Preziosa anche la presenza in campo di Marra che a fine gara si aggiudica il 62% in ricezione grazie a degli spettacolari recuperi in extremis. Perugia gioca tutte le carte a sua disposizione, sbaglia poco e riesce a tratti a mettere in difficoltà i padroni di casa grazie al contributo essenziale di Atanasijevic (18 punti), pungente sia in battuta che in attacco, fiancheggiato da Petric (14 punti), Buti (11, di cui 2 muri) e Vujevic (11 di cui 1 ace).

Chiamate del Video Check: 1° SET 21-18 (servizio Vujevic) Video Check richiesto da: Perugia per verifica in-out. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Piacenza (22-18). 2° SET 4-3 (invasione muro Perugia) Video Check richiesto da: Piacenza per verifica invasione a rete. Decisione arbitrale invertita, punto assegnato a Piacenza (5-3). 2° SET 9-10 (servizio Vettori) video Check richiesto da: Piacenza per verifica in-out. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Perugia (9-1) 2° SET 10-11 (invasione muro Piacenza) Video Check richiesto: da Piacenza per verifica invasione a rete. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Perugia (10-12) 3° SET 2-0 (attacco Kaliberda) Video Check richiesto da: Perugia per verifica in-out. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Piacenza (3-0) 3° SET 11-10 (servizio Le Roux) Video Check richiesto da: Piacenza per verifica in-out. Decisione arbitrale invertita, punto assegnato a Piacenza (12-10) 3° SET 18-14 (invasione muro Piacenza) Video check richiesto da: Perugia per verifica invasione a rete. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Piacenza (19-14) 4° SET 7-7 (invasione muro Piacenza) Video Check richiesto da: Perugia per verifica invasione a rete. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Piacenza (8-7)

Luca Monti (allenatore Copra Elior Piacenza): “Cosa mi è piaciuto di questa partita? La prestazione collettiva di squadra. Con l’ingresso di Le Roux evidentemente abbiamo sorpreso Perugia che probabilmente aveva studiato più a fondo Vettori e aveva preso meno le misure sul francese. Dopo la partita con Kazan ci attendeva questa sfida, complicata soprattutto sotto l’aspetto psicologico. Sono felice della reazione di squadra che è riuscita a contrastare un sestetto come quello di Perugia che, a mio avviso, è quello più in forma in questo momento”.

Giovi Andrea (Sir Safety Perugia): “Probabilmente a noi è mancata un po’ di continuità. Piacenza gioca ad alti livelli ed è riuscita a metterci in difficoltà in ricezione. Merito quindi a Piacenza che si è conquistata questa vittoria; noi sicuramente potevamo fare qualcosa di più”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.