Quantcast

Verso il derby. Piacenza ultima occasione, il Pro può chiudere i giochi

Difficilmente il derby del 9 febbraio tra Piacenza e Pro Piacenza risulterà noioso, spigoloso e poco spettacolare come quello di andata

Più informazioni su

Difficilmente il derby del 9 febbraio tra Piacenza e Pro Piacenza risulterà noioso, spigoloso e poco spettacolare come quello di andata; almeno questo è l’auspicio di tutti gli appassionati che si presenteranno sulle tribune dello stadio Garilli per assistere alla seconda edizione del “nuovo” derby piacentino.

E sì perché i contenuti che animano questa lunga vigilia sono completamente diversi da quelli di fine settembre. Pochi mesi fa c’era più che altro curiosità per una partita a cui non si era abituati, si sapeva che sarebbe stata la prima sfida tra le due principali pretendenti alla promozione: il Pro per la qualità della rosa allestita, il Piacenza condannato dal suo stesso blasone.

Ne uscì un confronto magari piacevole tatticamente, ma davvero pessimo sotto il profilo dello spettacolo perché essendo all’inizio della corsa i due tecnici, Franzini e Viali, avevano deciso di proteggersi dall’onta della sconfitta piuttosto che provare a giocare. Questa volta i contenuti sono cambiati, le squadre hanno mollato le briglie e si affronteranno due formazioni che, per motivi diversi, saranno costrette a giocare per i tre punti.

Leggi tutto l’articolo qui 
Vota il sondaggio qui
Leggi l’intervista a Marco Gatti

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.