Quantcast

Apimell, stamane il taglio del nastro FOTOSERVIZIO foto

Pomorete, presente ad Apimell, ha regalato questa mattina una piantina di pomodoro ai visitatori, ma anche all’assessore regionale all’Agricoltura, Tiberio Rabboni, che ha inaugurato la kermesse a PiacenzaExpo

Più informazioni su

Taglio del nastro stamane, alla presenza dell’assessore regionale Tiberio Rabbonì, per Apimell, Seminat e Buon Vivere.

“Per noi é sempre un piacere presentare questi eventi che sono un anticipo di primavera – ha spiegato Angelo Manfredini. “Di Apimell c’é solo da parlare positivamente: abbiamo sempre piú richieste da tutta Europa, da operatori del settore provenienti da Germania, Belgio e Gran Bretagna”. A caratterizzare Seminat, invece, sarà una mostra pomologia delle mele del frutteto storico di Cles.

Ricchissimo il corollario alla manifestazione che coinvolge anche i giovani studenti del campus agro-alimentare di Piacenza che, come ha spiegato la professoressa Teresa Ardenna, allestirà uno stand sul mondo agricolo e curerà l’accoglienza. “Rappresenta un momento di apprendimento importante per gli studenti, di messa in pratica delle conoscenze acquisite sui banchi di scuola.

Roberto Pinchetti ha parlato del convegno che, ogni anno, caratterizza, alla domenica mattina, di Apimell. “Parleremo – ha spiegato – della salute dell’ape italiana, della tutela, delle regole della genetica e del valore della biodiversità”. Si parlerà anche di predatori, di una varietà di vespa alloctona, che sta mettendo a rischio l’esistenza dell’ape italiana.

Lo scorso anno i visitatori sono stati 24mila. É l’evento di spicco di Piacenza Expo e si punta a bissare e superare quel numero. Tra gli eventi in programma é previsto anche “Chi semina speranza raccoglie vita”: in fiera si troveranno “I limoni dell’amicizia” dall’isola di Procida: con il ricavato verranno creati orti in villaggi africani.

Presente anche Sergio Copelli, coordinatore della gestione fieristica, che ha evidenziato la collaborazione con il corpo Forestale della Polizia dello Stato. “Tra le curiosità – ha spiegato raccontando un aneddoto che fa ben capire la ricaduta turistica dell’evento – c’è il tour proposto da un’agenzia di viaggi Lituana: un viaggio di 10 giorni che proprio ruota attorno alla visita alla fiera”.

Poi rimarrà allestita al quartiere fieristico sino a domenica. Venerdí e sabato dalle 9 alle 19. Domenica dalle 9 alle 18.30.

POMORETE, PIANTINE DI POMODORO A RABBONI, DOSI E GHILARDELLI

Pomorete, presente ad Apimell, ha regalato questa mattina una piantina di pomodoro ai visitatori, ma anche all’assessore regionale all’Agricoltura, Tiberio Rabboni, che ha inaugurato la kermesse a PiacenzaExpo.

Dario Squeri, presidente di Pomorete e Gabriele Zanelli, coordinatore, hanno spiegato il significato della prima filiera italiana del pomodoro che garantisce la tracciabilità totale, dal terreno alla tavola, e un prodotto sano e sicuro.

Dopo la foto ricordo con la piantina, su cui c’è anche il logo di Expo 2015 a cui Piacenza partecipa, Squeri ha spiegato il lavoro svolto fin qui – con le 12 aziende emiliane e lombarde che compongono la filiera e il fatturato di circa 500 milioni di euro – al sindaco Paolo Dosi, all’assessore provinciale Manuel Ghilardelli e all’assessore comunale Francesco Timpano alla presenza di Cristian Camisa presidente regionale Confapindustria.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.