Quantcast

Canottieri Ongina più forte degli infortuni (3-1)

Serviva stringere i denti e far forza sul gruppo. Detto, fatto. Con una prova di grande spessore caratteriale, la Canottieri Ongina reagisce immediatamente e si dimostra più forte degli infortuni piegando in quattro set l'Olimpia Zanè

Più informazioni su

Volley B2 maschile girone C, la Canottieri Ongina supera anche gli infortuni: 3-1 al Zanè

Prova di grande spessore caratteriale per i gialloneri di Bruni, che nonostante le assenze tornano subito al successo piegando in quattro set i vicentini

MONTICELLI (PIACENZA), 2 MARZO 2014 – Serviva stringere i denti e far forza sul gruppo. Detto, fatto. Con una prova di grande spessore caratteriale, la Canottieri Ongina reagisce immediatamente e si dimostra più forte degli infortuni piegando in quattro set l’Olimpia Zanè e difendendo il secondo posto in classifica. Breve passo indietro: sabato scorso a Costa Volpino i gialloneri avevano perso partita e primato, oltre a subire l’infortunio del centrale Merli, al quale si erano aggiunti i guai fisici del libero Tencati (contro Zanè ugualmente in campo) e dello schiacciatore Codeluppi (costretto alla panchina). Non certo una situazione ideale per rialzarsi, ma affidandosi al carattere i monticellesi hanno saputo conquistare il bottino pieno contro Zanè, squadra trascinata dal forte opposto Maniero e dove milita il martello Dalla Libera, giocatore che ha militato in serie A.

In apertura, il tecnico Gabriele Bruni ha scelto Manfredi in posto quattro per sostituire Codeluppi, mentre in posto due ha preferito Alikaj a Boniotti. Nei primi due set, la Canottieri Ongina ha espresso un buon gioco, crescendo progressivamente in attacco e tenendo in mano la partita, come dimostrano il 25-22 e il 25-18 che hanno portato sul 2-0. A questo punto, è iniziata un’altra partita: nel terzo set, l’Olimpia Zanè è stata impeccabile, non sbagliando nulla e riaprendo di prepotenza l’incontro (25-15). Nella quarta frazione, mister Bruni ha rivoluzionato il sestetto: dentro De Biasi al posto di Manfredi in posto quattro e Boniotti per Alikaj in due. L’avvio è risultato in salita (3-8), poi la Canottieri Ongina ha tirato fuori l’orgoglio e, spinta da un super muro (otto block vincenti nel parziale) ha ribaltato la situazione, chiudendo set (25-20) e incontro.

CANOTTIERI ONGINA-OLIMPIA ZANE’ 3-1 (25-22, 25-18, 15-25, 25-20)
CANOTTIERI ONGINA: Manfredi 4, Bozzoni 13, Alikaj 17, Binaghi 12, Botti 15, Giumelli 2, Tencati (L), De Biasi 3, Boniotti 6, Codeluppi. N.e.: Bernardini, Fortini. All.: Bruni
OLIMPIA ZANE’: Dalla Libera 12, Casalin 2, Maniero 21, Poletto 10, Baggio 7, Alberton 3, Manfron (L), Roman 2, Campagnaro, Simonato. N.e.: Sartore, Brazzale. All: Soliman
ARBITRI: Aimar e Donati
NOTE: Durata set: 28′, 25′, 24′, 28′ per un totale di 1 ora e 45 minuti di gioco
Canottieri Ongina: battute sbagliate 12, ace 4, ricezione positiva 62 per cento, attacco 45 per cento, muri 13, errori 28
Olimpia Zanè: battute sbagliate 8, ace 1, ricezione positiva 52 per cento, attacco 45 per cento, muri 4, errori 18
Nella foto, Denis Alikaj (Canottieri Ongina)

Ufficio stampa Canottieri Ongina

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.