Quantcast

Copra Elior torna con i tre punti da Molfetta, ma Zlaty è out (1-3) foto

Copra Elior in campo a Molfetta nell’ultimo appuntamento prima della Final four di Coppa Italia in programma sabato e domenica prossimi a Bologna. 

Più informazioni su

EXPRIVIA MOLFETTA – COPRA ELIOR PIACENZA 1-3 (25-19, 16-25, 23-25, 20-25) – EXPRIVIA MOLFETTA: Piscopo 6, Mazzone 5, Izzo 1, Del Vecchio 2, Cesarini (L), Sabbi 28, Zanuto 7, Fornés Jul, Casoli 8, Saitta 1. Non entrati Diamantini, Porcelli. All. Cichello. COPRA ELIOR PIACENZA: Marra (L), Le Roux 6, Papi 14, Fei 13, Kaliberda 14, Simon 12, Zlatanov 1, Tencati, Vettori 8, De Cecco 4. Non entrati Partenio, Smerilli, Husaj. All. Monti. ARBITRI: Perri, Cesare. NOTE – Spettatori 1400, incasso 8800, durata set: 25’, 22’, 27’, 27’; tot: 101’.

Distorsione per Zlatanov, caviglia immobilizzata. Lunedì gli esami per conoscere l’esatta entità dell’infortunio. Il dubbio: recupererà per la Final four di Coppa Italia in programma da sabato? CONTINUA A LEGGERE …

S riaccendono le luci del PalaPoli con la commozione iniziale di tutto il pubblico, tifosi piacentini compresi, per il minuto di raccoglimento in memoria di Nicola Solimini, decano della pallavolo molfettese, scomparso la scorsa settimana. Nel Molfetta gioca Del Vecchio al posto di Zanuto, sestetto annunciato in campo per Piacenza. A proposito di tifo, grandissima accoglienza dei tifosi molfettesi ai sette tifosi arrivati da Piacenza, a testimonianza di come la pallavolo sia una grande festa e ben lontana da altre realtà sportive. Piacenza subisce l’infortunio di Zlatanov nel primo set (caviglia), sostituito da un ottimo Papi. Da verificare ora le condizioni dello schiacciatore anche in chiave Del Monte Coppa Italia. Nelle file del Molfetta ancora Sabbi sugli scudi con 28 punti, Kaliberda, Fei e Simon dall’altra parte contribuiscono fattivamente alla rimonta e alla vittoria. Nel terzo parziale Piacenza capitalizza qualche errore in più di Molfetta, una squadra comunque in crescita e che nella prossima settimana dovrebbe tesserare il cubano Rolando Despaigne. Nell’ultimo parziale gli ospiti sbagliano pochissimo e chiudono set ed incontro dopo un’ora e quaranta minuti.

Prima palla di Casoli 1-0, out Fei 3-0 primo break Molfetta. Cambio palla Zlatanov 3-1, pareggia Piacenza Fei in ace. Sabbi 4-3, Simon 4 pari in palla veloce. Sul 4-4 primo videocheck chiesto ed ottenuto da Piacenza. Delvecchio firma il 7-6, ace successivo di Sabbi 7-6. Invade Piacenza e nuovo mini break Molfetta 9-7. Pareggia Sabbi in parallela imprendibile 9 pari, è lo stesso opposto biancorosso a portare i suoi al timeout tecnico 12-10. Alla ripresa Zlatanov frana su Sabbi e il posto 4 rientra negli spogliatoi. Al suo posto Samuele Papi. Rientra Piacenza con Fei al servizio 13-12, Sabbi mantiene le distanze (+2) 14-12. Piscopo ferma Simon, Sabbi d’astuzia serve il 16-12 alla destra del muro a tre ospite e punteggio di 16-12. Out l’attacco di Piacenza 19-15, nell’azione successiva Papi chiede il secondo videocheck del set su attacco di Kaliberda: palla out e set quasi ipotecato dall’Exprivia sul punteggio di 21-15. Nel frattempo, Monti chiama timeout e mette Le Roux per Simon. Doppia in palleggio per De Cecco e il tabellone dice 23-17. 24-18 firmato Sabbi, sette i set point per l’Exprivia. Simon annulla il primo 24-19, al secondo Le Roux batte in rete e primo set che va al Molfetta.

Il secondo set vede confermati gli stessi sestetti che hanno cominciato la prima frazione di gara con Papi in luogo dell’ infortunato Zlatanov. Fei per l’1-0 Piacenza a cui risponde Sabbi per lì1-1. De Cecco mura Del Vecchio per il 3-1 degli emiliani. Papi allunga per il 6-3 e stoppa Sabbi per il 7-3 degli emiliani. La bordata di Simon vale il punto numero 8 per Piacenza. Fuori Del Vecchio dentro Zanuto, ma nemmeno il martello brasiliano resiste alla furia cubana:3-9 e Cichello suona la sirena. Fei porta i suoi avanti al timeout tecnico con il tabellone fermo sul 5-12. Il videocheck regala l’ ace a Fei che timbra il 6-14 e si ripete con la battuta che vale il 6-15 e il secondo timeout chiamato da mister Cichello. Simon timbra il 7-16; Casoli commette fallo in palleggio per l’ 8-18. Dentro Izzo e Fornes, fuori Sabbi e Saitta. Casoli timbra l’ 11-20, Mazzone l’ace che vale il 12-20 e Casoli d’ astuzia fa 13-20 con Monti che chiama il timeout. Rientrano Sabbi e Saitta. Vettori colpisce l’ asta e il tabellone dice 15-22. Simon mette la firma sul 24-17. Kaliberda chiude il set sul 25-17.

Stessi sestetti di inizio secondo set per entrambe le compagini.. Sabbi fa 1-0. Sabbi pesta la linea dei 3 metri per il primo allungo emiliano: 4-6. Papi gioca con le mani del muro molfettese per il 4-7 e Cichello ferma il gioco. La sosta non ferma la furia di Simon che timbra l’ ace del 4-8. Fei fa 4-10, dentro Zanuto in luogo di Del Vecchio. De Cecco porta i suoi al timeout sul 6-12. Piscopo accorcia sul 7-12 in attacco e lo stesso centrale biancorosso mura Kaliberda per l’8-12. Simon va a segno per Piacenza: 8-13 e 10-15 in rapida successione. Izzo rileva Saitta. Sabbi dalla linea dei 9 metri fa 12-16. Zanuto timbra il 13-17; Izzo mura Vettori:14-18. Papi tira out per il 15-18. Kaliberda firma il 16-20. Zanuto fa 18-21 dando speranza ai biancorossi pugliesi, Mazzone mura il tedesco Kaliberda: 19-21 e Monti suona la sirena. Tencati per De Cecco tra le fila della Copra Elior. De Cecco mura Zanuto per il 24-20 e Cichello interrompe il gioco. Sabbi fa 22-24 annullando il primo set point agli emiliani. Sabbi ha il braccio caldo e lo dimostra firmando il 23-24 con Monti che chiama timeout. Papi timbra il 25-23 per il 2-1 Piacenza.

Le Roux rileva Vettori per Piacenza, mentre Zanuto resta in campo per Molfetta. In rete il servizio di Sabbi e primo punto del set di marca emiliana. In campo Izzo al palleggio il set è di marca piacentina. Su tutte l’alzata ad una mano di de Cecco e punto veloce di Fei 6-11, che riscuote l’applauso dell’intero palazzetto. Sabbi accorcia in battuta 8-11, poi il timeout tecnico 8-12 con la battuta dello stesso opposto che finisce fuori. Alla ripresa mantiene il vantaggio accumulato Piacenza, si rivede Molfetta con Casoli 11-14. Videocheck che vale un punto in più a Piacenza nell’azione successiva su chiamata di Casoli. Molfetta è viva, Le Roux la manda out 14-16, Zanuto mura lo stesso francese nell’azione successiva e Molfetta è a -1 (15-16) con Monti che fa suonare la sirena e richiama i suoi. Alla ripresa Sabbi timbra due punti di fila per il 17-20. Il sesto videocheck della serata è a favore del Molfetta, e che costa l’ammonizione a Piscopo seduto in panchina. 20-25 chiude Kaliberda.

Luciano De Cecco (Copra Elior Piacenza): “Giocare a Molfetta è davvero difficile. Faccio i complimenti al pubblico molfettese per il calore mostrato in tutta la gara. Nel primo set siamo partiti male, poi è venuta fuori la nostra vera squadra. Non a tutte le società capita di avere Papi in panchina e di proseguire il match ad alti livelli. Ora la testa va a sabato per la Coppa Italia, anche lì possiamo fare molto bene; spero che Zlatanov non abbia subìto conseguenze gravi”.

Giulio Sabbi (Exprivia Molfetta): “E’ stata una partita difficile oggi, la nostra grinta non è bastata. Piacenza è partita male però poi si è dimostrata la squadra ostica che è mettendo in mostra le sue doti migliori cioè la battuta e la forza fisica; ce l’ abbiamo messa tutta e siamo soddisfatti della nostra partita nonostante il risultato”

CHIAMATE VIDEO CHECK
1° SET:4-4 (battuta di Vettori). Video Check chiesto da Piacenza per verifica in/out. Decisione arbitrale invertita, punto a Piacenza (4-5).
1° SET: 20-15 (attacco di Kaliberda). Video Check chiesto da Piacenza per verifica in/out. Decisione arbitrale confermata, punto a Molfetta (21-15).
2° SET: 6-13 (battuta di Fei). Video Check chiesto da Molfetta per verifica in/out. Decisione arbitrale confermata, punto a Piacenza (6-14).
4° SET: 6-11 (battuta di Papi). Video Check chiesto da Piacenza per verifica in/out. Decisione arbitrale confermata, punto a Molfetta (7-11).
4° SET: 11-14 (attacco di Casoli). Video Check chiesto da Molfetta per invasione a rete su muro di Piacenza. Decisione arbitrale confermata, punto a Piacenza (11-15).
4° SET: 17-21 (attacco di Sabbi). Video Check chiesto da Molfetta per verifica in/out. Decisione arbitrale invertita, punto a Molfetta (18-21).

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.