Quantcast

Da Anga Piacenza un defibrillatore per il Palazzo dell’Agricoltura

“Sono orgoglioso dell’obiettivo raggiunto – sottolinea Luca Segalini – il Palazzo dell’Agricoltura è un crocevia per tutti coloro che sul territorio operano nel settore primario, speriamo che il defibrillatore non debba mai essere usato, ma è importante che ci sia

Più informazioni su

Dal prossimo sabato, 29 marzo, anche il Palazzo dell’Agricoltura di Piacenza avrà il suo defibrillatore grazie alla sezione piacentina di Anga, l’associazione dei giovani di Confagricoltura. L’inaugurazione che avverrà alle ore 10 nell’atrio del palazzo di via Colombo, 35 sarà presieduta dal presidente Luca Segalini insieme a Daniela Aschieri, presidente del Progetto Vita, il primo progetto europeo di defibrillazione precoce per la lotta contro la morte improvvisa.

“La nostra associazione – spiega Aschieri – si dedica in particolare alla ricerca di soluzioni per la prevenzione della morte improvvisa mediante l’utilizzo nella comunità di defibrillatori semiautomatici coinvolgendo associazioni di volontariato, enti pubblici e privati e grazie al defibrillatore che verrà inaugurato, ha stretto la propria collaborazione anche con Anga Piacenza”.

Tutto il mondo dell’agricoltura è invitato a partecipare all’evento che si terrà a latere dell’Assemblea generale di Confagricoltura Piacenza in programma la stessa mattinata. Il parroco del Corpus Domini, Don Pier Giovanni Cacchioli, benedirà il prezioso dispositivo. “Sono orgoglioso dell’obiettivo raggiunto – sottolinea Luca Segalini – il Palazzo dell’Agricoltura è un crocevia per tutti coloro che sul territorio operano nel settore primario, speriamo che il defibrillatore non debba mai essere usato, ma è importante che ci sia. L’acquisto è stato possibile grazie alla generosità degli associati sia di Anga che di Confagricoltura che hanno contribuito alla raccolta fondi. E’ stato, inoltre, determinante anche il sostegno degli sponsor che aiutano Anga nella realizzazione delle sue diverse iniziative.  Un grazie a tutti coloro che hanno collaborato”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.