Quantcast

“Fotografare il jazz”, trenta studenti coinvolti nel corso 

Parliamo di “Fotografare il Jazz”, corso di fotografia dello spettacolo musicale che il Piacenza Jazz Fest, con la Milestone School of Music, il Liceo Artistico “Bruno Cassinari” e il Liceo “Melchiorre Gioia” organizza in occasione dell’undicesima edizione della kermesse jazzistica piacentina

Più informazioni su

Fotografare la musica, il corso di fotografia dello spettacolo. Pino Ninfa incontra gli studenti di due istituti scolastici piacentini

Il Piacenza Jazz Fest è patrocinato dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, con il supporto determinante della Fondazione di Piacenza e Vigevano, Comune, Provincia, Regione e alcuni sponsor privati. Il legame tra la manifestazione e le realtà scolastiche del territorio, vicine al mondo dell’arte e della cultura, si rafforza e s’intensifica rispetto alle scorse edizioni. Lo fa con agevolazioni nei confronti degli studenti e degli insegnanti che vorranno assistere ai concerti del festival, ma anche, e soprattutto, mettendo in campo idee e sinergie d’intenti e organizzativi su progetti di ampio respiro che godono di tutti i presupposti per proseguire in futuro.

Parliamo di “Fotografare il Jazz”, corso di fotografia dello spettacolo musicale che il Piacenza Jazz Fest, con la Milestone School of Music, il Liceo Artistico “Bruno Cassinari” e il Liceo “Melchiorre Gioia” organizza in occasione dell’undicesima edizione della kermesse jazzistica piacentina. Oltre a lavorare con i liceali, Pino Ninfa venerdì mattina 7 marzo incontrerà gli alunni dell’Istituto Comprensivo di Cadeo e Pontenure per raccontare l’emozionante avventura di come si diventa fotografi e guidarli nei loro primi scatti, per catturare le immagini che più attirano la loro attenzione e formare “l’occhio del fotografo”. Titolo dell’iniziativa è: “I primi scatti creativi”.

Circa trenta studenti dei licei saranno quindi coinvolti in un progetto extracurricolare che si svolgerà in tre incontri pomeridiani; uno, giovedì 6 marzo al liceo artistico, un secondo il venerdì 7 marzo alla Milestone School of Music e un terzo ed ultimo incontro mercoledì 26 marzo al liceo “Gioia”.
La prima lezione sarà di tipo frontale con un’introduzione al corso, alle metodologie di lavoro, con cenni sull’attrezzatura, l’etica del fotografo in sala da concerto, l’importanza delle luci, le inquadrature e la scelta dello scatto vincente. Il secondo incontro invece sarà decisamente di tipo pratico, al Milestone, dove un gruppo di allievi della Milestone School of Music farà un vero e proprio concerto ad esclusivo uso degli studenti e delle loro fotocamere, in modo che possano sperimentare in una “campo protetto”, sotto la guida di Pino Ninfa, la realtà del fotografo dello spettacolo musicale.
Durante il mese di marzo, i corsisti usufruiranno di un “pass” che permetterà loro di fotografare i concerti della rassegna collaterale “Piacenza suona Jazz!”, che il Piacenza Jazz Fest ha quest’anno messo in campo coinvolgendo ben 7 locali della città e della provincia.

Nel terzo incontro, previsto verso la fine del mese di marzo, verranno visionate e commentate le foto selezionate dai corsisti stessi. Gli studenti avranno effettuato ormai diversi scatti, sia nell’incontro al Milestone che nei concerti di “Piacenza suona Jazz!” e dovranno, prima dell’ultimo incontro, selezionare quelli che, secondo il loro giudizio e secondo le indicazioni impartite da Ninfa, sono i migliori scatti di questa esperienza, sottoponendoli alla visione e alla discussione del gruppo con Ninfa e gli altri studenti.
Le foto selezionate dagli studenti saranno proiettate per diversi giorni nell’atrio del Liceo Gioia e nel foyer dello Spazio Rotative la sera del Galà di fine festival previsto per il prossimo 5 aprile.
Informazioni:
Web: www.piacenzajazzfest.it

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.