Fratelli d’Italia, delegazione piacentina al congresso nazionale FOTO foto

Ratificata per acclamazione l’elezione di Giorgia Meloni, il Congresso ha deciso l’inserimento nel simbolo di Fratelli d’Italia di quello di Alleanza Nazionale

Più informazioni su

Fine settimana a Fiuggi per la nutrita delegazione piacentina impegnata nel congresso nazionale di Fratelli d’Italia. Ratificata per acclamazione l’elezione di Giorgia Meloni, il Congresso ha deciso l’inserimento nel simbolo di Fratelli d’Italia di quello di Alleanza Nazionale. Quanto alle scelte politiche, la più rilevante e’ quella che ribadisce la necessita’ per l’Italia di uscire dall’euro. Pieno consenso della delegazione piacentina ed entusiasmo per le nuove prospettive del movimento della Meloni.  

”Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale – sostiene Tommaso Foti, uno dei pochi superstiti che era a Fiuggi nel 1995, quando venne fondata Alleanza Nazionale – è il nuovo soggetto politico che fa ripartire la destra in Italia. Un mondo di valori, di passioni, di idee eterne ritrova la sua casa naturale. Chi è di destra, oggi non ha più alibi per non aderire”.

Entusiasta Erika Opizzi: “Vengo da una storia non di destra – evidenzia – ma ho provato l’emozione di far parte di un soggetto politico che va oltre gli slogan, che mette al primo posto gli italiani onesti. Renzi, Grillo e Berlusconi sono lontani anni luce da noi: la politica è scelte, è fatica, non una scappatoia a colpi di slogan”. Al congresso anche rappresentati della provincia, quali Massimo Bollati, coordinatore di Castel San Giovanni: “È stata una grande esperienza: dai discorsi di Giorgia Meloni e di Guido Crosetto ho tratto spunti interessanti su lavoro ed economia che utilizzeremo nella stesura del programma per le imminenti elezioni amministrative”.

Per Massimiliano Morganti, capogruppo in consiglio comunale a Fiorenzuola “il congresso di Fratelli d’Italia è stato una sintesi straordinaria tra antiche tradizioni e giovani energie. Una pietra miliare nella rivoluzione in atto nel centrodestra”.

Simone Mazza, consigliere provinciale,  apprezza ”la grinta e la determinazione della Meloni. Passione e intelligenza alla guida della destra italiana. Era ora!”. Se per Giuseppe Caruso ”le elezioni europee dimostreranno che senza Fratelli d’Italia il centrodestra non va da nessuna parte”, per Gian Luca Micconi “la Meloni può rappresentare per l’Italia ciò che Marine Le Pen e’ per la Francia: l’unica speranza di cambiamento”.

Filippo Galba, annuncia che dal congresso di Fiuggi parte ufficialmente la strutturazione del movimento giovanile di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale, che si radicherà in tutte le province e celebrerà congressi autonomi: “Una scelta di grande importanza per un partito, come il nostro, che punta tanto sui giovani e sulla loro formazione umana e politica”.

Emanuele Zilocchi consigliere comunale di Lugagnano, giudica “motivante l’esperienza congressuale, che ci sprona a lavorare non per noi ma per gli italiani: occorre credere nella politica non come strumento di successo personale ma come servizio per la comunità”. Chiude Edoarda Ghizzoni, dalla quale arriva l’apprezzamento per un congresso “celebrato in nome del popolo sovrano, oltre che per la grinta, la forza, il senso civico e le idee economiche e sociali che gli intervenuti hanno espresso. Una bella esperienza, soprattutto con un bel gruppo piacentino”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.