Giornata Unità nazionale. Il prefetto: “Occasione non mera celebrazione”

Pubblichiamo il messaggio del prefetto di Piacenza, Anna Palombi, sul tema della “Giornata dell’Unità nazionale, della Costituzione, dell’inno e della bandiera” che verrà celebrata domani a 152 anni dalla procramazione del Regno d’Italia

Più informazioni su

Pubblichiamo il messaggio del prefetto di Piacenza, Anna Palombi, sul tema della “Giornata dell’Unità nazionale, della Costituzione, dell’inno e della bandiera” che verrà celebrata domani a 152 anni dalla procramazione del Regno d’Italia. “E’ questa una giornata dedicata, attraverso il ricordo e la memoria civica, alla promozione dei valori di cittadinanza ed al consolidamento dell’identità nazionale – spiega il prefetto. Poi: “Vi invito, quindi, a vivere questa ricorrenza non come una mera celebrazione del passato ma affezionandosi ad essa quale importante occasione per rinsaldare l’unità nazionale, in nome della nostra storia e dei nostri simboli, base imprescindibile di una ordinata ed inclusiva convivenza civile”.

IL MESSAGGIO DEL PREFETTO:

Il 17 marzo 1861 è stata proclamata l’Unità d’Italia e proprio il 17 marzo è stata istituita, dalla legge 23 novembre 2012, n.222, quale “Giornata dell’Unità nazionale, della Costituzione, dell’inno e della bandiera”.

E’ questa una giornata dedicata, attraverso il ricordo e la memoria civica, alla promozione dei valori di cittadinanza ed al consolidamento dell’identità nazionale.
Per questa occasione ho richiamato l’attenzione degli enti territoriali sull’alto contenuto civile della ricorrenza ed ho chiesto di essere informata sulle relative, eventuali iniziative.

Un’attenzione particolare è, poi, rivolta agli studenti ed alle loro iniziative formative che dovranno favorire il consapevole approfondimento dei principi costituzionali, anche in considerazione del percorso storico del Paese nell’Europa.

Vi invito, quindi, a vivere questa ricorrenza non come una mera celebrazione del passato ma affezionandosi ad essa quale importante occasione per rinsaldare l’unità nazionale, in nome della nostra storia e dei nostri simboli, base imprescindibile di una ordinata ed inclusiva convivenza civile.

Anche il Presidente della Repubblica, che ha voluto fortemente questa giornata come Festa dell’Unità d’Italia, ha riaffermato, in questo momento difficile di crisi, la necessità “di fare e stare insieme nell’interesse generale, senza perdere spirito costruttivo e senso di responsabilità”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.