Quantcast

Rifondazione avvisa Dosi: “Scelte poco condivise, così non va”

Rifondazione Comunista batte i pugni sul tavolo e avverte il sindaco di Piacenza Paolo Dosi: così non va. In una nota il segretario provinciale e cittadino del partito chiedono più collegialità

Più informazioni su

Rifondazione Comunista batte i pugni sul tavolo e avverte il sindaco di Piacenza Paolo Dosi: così non va. In una nota il segretario provinciale e quello cittadino del partito chiedono più collegialità nelle scelte e annunciano una consultazione fra gli iscritti. in giunta è Luigi Rabuffi, assessore all’ambiente, il rappresentante del partito che già nelle settimane passate aveva espresso il suo malessere. Ecco il testo. 

Così non va! Dopo lo schiaffo alla volontà referendaria di ritornare ad una gestione tutta pubblica dell’acqua ora dobbiamo pure registrare il consenso ad importare rifiuti da fuori provincia per incenerirli. Il comune di Piacenza sta incenerendo a tappe forzate quelle aspettative che i cittadini avevano riposto in un governo rispettoso della democrazia e dell’ambiente come prospettato nel programma elettorale.

Rifondazione Comunista esprime tutto il proprio disagio per una stagione di forzature politiche che stanno distorcendo il progetto originario di città votato nelle urne. Emerge con forza una subalternità alla logica che appiattisce i servizi non all’utilità pubblica, ma agli interessi di mercato e quindi ai profitti che si possono trarre dalla gestione del ciclo idrico integrato, dei rifiuti, dei servizi alla persona.

I rappresentanti del territorio e il consiglio comunale, così come i diritti e la difesa dell’ambiente, contano meno dei manager nominati e dei soci privati tirati dentro le società partecipate del comune. Pare proprio di assistere alla concretizzazione di quella logica dell’autosufficienza che porta il principale partito della coalizione a decidere in solitudine (talora di corrente organizzata), senza rispettare quella pluralità di sensibilità che hanno consentito di rappresentare la maggioranza dei cittadini e di vincere.

Così non va e pertanto Rifondazione Comunista avvierà un percorso di consultazione degli iscritti per definire un pacchetto di proposte programmatiche da sottoporre al sindaco Dosi per una inversione di rotta che riporti Piacenza al progetto originario di valorizzazione del territorio e della solidarietà.

David Santi segretario prov.le P.R.C.
Cesare Maggi segretario cittadino P.R.C.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.