Scontri dopo Prato-Piacenza, condanne pesanti per due tifosi

Tre anni di reclusione e due anni e sei mesi sono le condanne inflitte dal giudice del Tribunale di Prato agli ultimi due tifosi piacentini sotto accusa per gli scontri dopo il match del maggio del 2012

Più informazioni su

Scontri fra ultras dopo la partito tra Prato e Piacenza del maggio del 2012, condanne pesanti per due tifosi piacentini. Ne riferiscono alcune testate della città toscana.  

Tre anni di reclusione e due anni e sei mesi sono le condanne inflitte dal giudice del Tribunale di Prato agli ultimi due tifosi piacentini sotto accusa per gli scontri dopo il match del maggio del 2012, finale playout del campionato di Prima divisione. I due condannati stati gli unici fra gli undici ultras coinvolti a non patteggiare o a chiedere il rito abbreviato. Il giudice li ha condannati a pene superiori a quelle richieste dal pm, che per entrambi aveva chiesto due anni e tre mesi di carcere.

Dopo quella maledetta partita in terra toscana furono undici tifosi a finire in manette, al termine delle indagini sugli scontri avvenuti dopo il termine dell’incontro svoltosi il 27 maggio 2012, gara che decretò la retrocessione della squadra biancorossa. (Guarda la FOTOGALLERY e l’articolo sulla partita). Cinque i supporter piacentini che furono arrestati. Sei invece gli ultras pratesi finiti in manette (due ai domiciliari).

Secondo quanto ricostruito dal personale della Digos della città toscana tutto avvenne circa un’ora dopo il termine della partita, quando un gruppo di sostenitori biancorossi si era fermato all’interno di un bar pizzeria in viale Borgovalsugana, nelle vicinanze dello stadio. Qui sono stati notati e raggiunti da ultras della squadra di casa: ne è nato un violento scontro con il locale rimasto pesantemente danneggiato e alcuni feriti. In quegli attimi concitati a farne le spese è stata anche una famiglia con una bambina di cinque anni costretta a fuggire dalla propria auto rimasta colpita da una pietra.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.