Quantcast

Tumori femminili, giornata dedicata alla prevenzione con un tocco vintage

Prevenzione in primo piano, quest’anno, nella giornata internazionale dedicata alle donne. L’Azienda Usl di Piacenza promuove per l’8 marzo un incontro incentrato sui tumori femminili, con l’obiettivo di sensibilizzare la popolazione e potenziare la formazione interna degli operatori.

Più informazioni su

Prevenzione in primo piano, quest’anno, nella giornata internazionale dedicata alle donne. L’Azienda Usl di Piacenza promuove per l’8 marzo un incontro incentrato sui tumori femminili, con l’obiettivo di sensibilizzare la popolazione e potenziare la formazione interna degli operatori. 

Per la stessa giornata, nel pomeriggio, è in calendario un secondo evento, dedicato al tema delle terapie alternative, preziose per il benessere dei pazienti, in particolare quelli in cura per un tumore.

CONVEGNO SUI TUMORI FEMMINILI
La mattina, con apertura alle ore 9, è dedicata alla prevenzione dei tumori femminili e si svolge nella sala Colonne dell’ospedale di Piacenza. Il focus è sul cancro al seno e sulle neoplasie ginecologiche. L’evento scientifico è promosso dal dipartimento di Oncoematologia e vede il coinvolgimento delle equipe multidisciplinari, con particolare riferimento alla prevenzione e quindi alla fase diagnostica. I lavori sono introdotti da Luigi Cavanna, direttore del dipartimento di Oncoematologia, e dal primario di Ginecologia e Ostetricia Marco Zannini. 

La prima parte della mattina è dedicata al tumore al seno. Gli oncologi Elisa Anselmi, Massimo Ambroggi e Manuela Proietto forniscono un quadro preciso della frequenza e la distribuzione della malattia, con particolare riferimento all’ambito locale. 

Giorgio Celoni, responsabile di Radiologia senologica, illustra i numeri dello screening mammografico. Daniela Favari ed Ernestina Umili raccontano il ruolo dell’infermiere. L’oncologa Rosa Porzio pone quindi l’attenzione sui pazienti a rischio genetico, per i quali è previsto un apposito percorso diagnostico e di controllo. Infine, Fabio Fornari, direttore del dipartimento di Medicina generale, propone una riflessione sulla Gastroenterologia al femminile. Moderano Egidio Carella, direttore del dipartimento delle Funzioni radiologiche, ed Emanuele Michieletti, primario di Radiologia. 

La seconda parte è invece incentrata sui tumori dell’ovaio e dell’utero e si apre con una fotografia della diffusione di queste patologie curata dalle oncologhe Claudia Biasini e Livia Bidin. Cristiana Pavesi, responsabile assistenziale del dipartimento Materno infantile, interviene invece sul ruolo dell’ostetrica nella prevenzione. La parola passa poi ai ginecologi: di prevenzione del tumore del collo dell’utero parla Federico Amone, Bruno Arena di quella del corpo dell’utero e Marco Balestri dell’ovaio. Modera Carlo Paties, primario di Anatomia patologica. 

POMERIGGIO CON AMOP

Nel pomeriggio l’Associazione piacentina malato oncologico (Amop) invita tutte le donne in sala Colonne per trascorrere qualche ora insieme. Alle 15 e 30 saranno presentate le attività del gruppo Benessere, che vengono proposte ai pazienti in cura nel dipartimento di Oncoematologia. Si tratta di una serie di iniziative non mediche di supporto ai pazienti (che spaziano dai massaggi alla Tam The, dallo Shiatsu alle attività di acquaticità, passando per il giardinaggio, la cucina, la moda, il ballo e lo Yoga) gratuite e realizzate grazie a uno straordinario dispiegamento di volontari, ciascuno qualificato nel proprio settore.

Sfilata vintage

Alle ore 16 si svolgerà una sfilata di abiti vintage che vedrà come protagoniste una trentina di pazienti. Gli abiti sono stati messi a disposizione da Graziella Trecordi; il trucco sarà curato da Giorgia Biselli e le acconciature da Elena Meli.

L’aperitivo

Alle ore 17 il pomeriggio si concluderà con un aperitivo offerto dal gruppo Amop di Pontenure.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.