Ammortizzatori in deroga, De Micheli (Pd) “Il Governo intervenga”

Lo afferma la vicecapogruppo vicario del Partito Democratico alla Camera Paola De Micheli, che ha depositato la richiesta firmata insieme ai parlamentari emiliani.

Un’interrogazione al ministro del Lavoro Giuliano Poletti per sollecitare il rifinanziamento degli ammortizzatori sociali in deroga: “Migliaia di lavoratori rischiano di restare senza reddito, il Governo intervenga al più presto come hanno chiesto i sindacati durante mobilitazione del 17 aprile scorso”. Lo afferma la vicecapogruppo vicario del Partito Democratico alla Camera Paola De Micheli, che ha depositato la richiesta firmata insieme ai parlamentari emiliani.

“I dati del ricorso agli ammortizzatori sociali – prosegue la parlamentare piacentina – a Piacenza, così come in gran parte della Regione, nei primi mesi del 2014 confermano una situazione di crisi ancora assai pesante: in particolare nella nostra provincia nel primo trimestre di quest’anno le ore di cassa integrazione autorizzate ammontano a un milione e 554 mila”.

“Nell’interrogazione – precisa – chiediamo pertanto al Ministro quale sia la reale situazione delle risorse disponibili per gli ammortizzatori in deroga, quale sia l’ammontare 2013 non ancora liquidato e quale l’ammontare già autorizzato per il 2014. Inoltre occorre fare chiarezza sul fabbisogno che emergerà per l’anno 2014 e quali risorse aggiuntive il Governo ritiene si renderanno eventualmente necessarie. E’ indispensabile assicurare piena copertura – aggiunge – ai fabbisogni indicati dalle Regioni, e dalla Regione Emilia-Romagna in particolare, e indicare tempi certi di intervento”.

“La premessa da cui prende le mosse l’interrogazione – fa notare la De Micheli – è infatti l’accordo siglato il 31 marzo scorso tra tutte le parti sociali, le istituzioni locali e la Regione Emilia-Romagna per la proroga dell’utilizzo degli ammortizzatori sociali in deroga per il 2014, un accordo che di fatto proroga le condizioni dell’intesa sottoscritta in Regione lo scorso 23 dicembre e ribadisce la necessità che il Governo emani urgentemente i decreti di copertura finanziaria, così come previsto dalla legge di stabilità per l’anno 2014.

Per questo è quanto mai urgente il rifinanziamento per evitare che migliaia di lavoratrici e lavoratori della sola Emilia-Romagna restino senza reddito: una condizione rappresentata il 4 aprile scorso al Ministro del Lavoro da parte del presidente dell’Emilia-Romagna Vasco Errani, nella quale ha evidenziato come ’decine di migliaia di lavoratori da mesi attendono di poter ricevere le indennità per i periodi di cassa e mobilità in deroga maturati nel 2013’ e come ’nella gran parte delle regioni non si è ancora potuto procedere alle autorizzazioni per il 2014, stante l’indisponibilità delle risorse’”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.