Quantcast

Municipale, oggi il Balletto di Siena con l’etoile Picone

Si chiude domenica 12 aprile alle 16 con il balletto Butterfly la Stagione di Danza 2014-2015 della Fondazione Teatri di Piacenza

Più informazioni su

Con il nuovo spettacolo del Balletto di Siena, Butterfly, si chiude domenica 12 aprile alle 16 al Teatro Municipale la Stagione di Danza 2014-2015 della Fondazione Teatri di Piacenza. Ospite d’eccezione l’ètoile Giuseppe Picone che darà corpo e anima al compositore Giacomo Puccini a cui il balletto rende omaggio. Coreografato da Marco Batti, che del Balletto di Siena è anche direttore, e basato sulle musiche originali di Riccardo Joshua Moretti, Butterfly pur ispirandosi all’opera di Giacomo Puccini e al libretto di Giacosa punta l’attenzione soprattutto sulla figura della protagonista femminile, sulla sua incredibile caparbietà, una donna vittima dei propri sentimenti e di quelle tradizioni radicate nella cultura orientale che la rendono sottomessa, donna innamorata e rinnegata, madre amorevole e silenziosa sognatrice. una donna vittima dei propri sentimenti e del senso di una quasi dovuta sottomissione.

Come ha spiegato lo stesso coreografo la scelta di mettere in scena un lavoro dedicato alla figura di Madama Butterfly nasce da lontano: “Erano anni che volevo affrontare questo personaggio, anche se avevo comunque difficoltà a considerare la musica di Puccini adatta per un balletto. Poi ho conosciuto Riccardo Joshua Moretti che aveva composto le musiche per un film su Puccini, le ho sentite e sono rimasto affascinato”. Le musiche, infatti, sono composizioni originali realizzate dalla brillante mente poetica di Riccardo Moretti e trovano ampia espressione nelle coinvolgenti e commoventi coreografie di Marco Batti.

La scenografia iniziale è di grande effetto per il gioco di specchi in cui si riflette il triangolo amoroso di cui resterà vittima la piccola Cio-Cio-San, presagio funesto che viene ripreso durante il balletto ora con il pugnale ora con danze feroci quali simboli accusatori da parte della cultura orientale nei confronti di una figlia rinnegata.

La prima parte scorre nella narrazione più come teatro-danza per poi evolversi in un continuo crescendo con passi di danza sempre più ricercati verso un finale di grande pathos, reso tale anche dalle musiche che, pur partendo da citazioni pucciniane, sviscera poi tutta la sua forza compositiva slegandosi completamente dagli accordi pucciniani per andare verso un finale completamente realizzato con il suo stile.

Le musiche composte per questa produzione hanno il fascino dell’oriente e del mistico, trasportano lo spettatore in un viaggio in cui musica e coreografia si fondono in una poesiasi ascoltano nella parte finale dell’opera di Moretti e che rendono il suicidio di Butterfly un momento emozionante. Due grandi maestri e un corpo di ballo con i fisici scultorei dei bravi danzatori del Balletto di Siena, rendono dunque questo balletto nella sua particolare chiave interpretativa e narrativa una vera e propria perla nel panorama delle produzioni di questo tipo. La presenza di Giuseppe Picone, nel ruolo di Giacomo Puccini, arricchisce la qualità e la bellezza delle coreografie.

Per info e biglietti è possibile rivolgersi alla biglietteria del Teatro Municipale di Piacenza, in via Verdi 41, al numero di telefono 0523.492251 o al fax 0523.320365 o all’indirizzo mail biglietteria@teatripiacenza.it.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.