Quantcast

Suonala ancora Sam!, sabato spettacolo benefico al President

Nata da un’idea del noto medico piacentino, apprezzato contautore ed autore, la serata musicale si articola nell’esecuzione dei brani che hanno entusiasmato intere generazioni: il ricavato sarà destinato all’Associazione "Andrea e i corsari della maratona"

Più informazioni su

Sabato 3 maggio alle ore 21 al Teatro President Adriano Vignola presenta “Suonala ancora Sam!” nostalgia ed emozioni nelle canzoni dei film. Nata da un’idea del noto medico piacentino, apprezzato contautore ed autore, la serata musicale si articola nell’esecuzione dei brani che hanno entusiasmato intere generazioni. Musiche che ci riportano a momenti della nostra vita, a situazioni vissute che con nostalgia e che scaldano il nostro cuore.

Cuore che si manifesta nell’iniziativa rivolta allo scopo benefico che ha: il ricavato sarà destinato all’Associazione “Andrea e i corsari della maratona”. La musica ha il grande potenziale di far scaturire gesti di solidarietà, e l’associazione nata a Piacenza nel Luglio 2007 come Associazione Sportiva Dilettantistica con il duplice scopo di mantenere vivo il ricordo di Andrea Di Muzio, ragazzo quindicenne, prematuramente scomparso a causa di un tumore cerebrale e di formare un gruppo di persone con la passione per la marcia (corsa podistica) che possano divertirsi insieme attraverso lo sport e ad altre forme di aggregazione .

Proprio grazie al fatto che Andrea ha lottato con coraggio la sua battaglia contro un male crudele che lo ha colpito nell’età più bella, l’Associazione, oltre a ricordare la sua memoria, si è prefissa negli anni di aiutare la ricerca contro tutte le forme tumorali, a volte letali, che colpiscono i bambini e gli adolescenti con modalità che, grazie anche ad altri enti, è riuscita ad attuare.

Per questo ha organizzato  eventi sportivi e ha collaborato con altre Associazioni ed Enti per sostenere i piccoli ricoverati presso strutture ospedaliere e ad aiutare la ricerca in campo pediatrico “a favore di minori che soffrono di patologie tumorali o patologie che comunque ne mettano a rischio la vita e di integrazione sociale, attraverso lo sport, di ragazzi portatori di handicap, oltre a sviluppare iniziative di sensibilizzazione rispetto a tutte le patologie principalmente pediatriche”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.