Infortuni sul lavoro, la prevenzione è in 3D. Nel 2013 5mila casi

La tecnologia al servizio della prevenzione degli infortuni: è l’iniziativa promossa da Confcooperative Piacenza e Irecoop Emilia Romagna e compartecipata tra Inail, Provincia di Piacenza, Spsal dell’ AUSL Piacenza

Più informazioni su

Sono circa 5mila gli infortuni sul lavoro denunciati nel piacentino nel 2013. I dati, ancora provvisori, evidenziano una riduzione intorno al 6% rispetto al dato dell’anno precedente. L’11% sul totale degli incidenti (dati 2012) si sono verificati nel comparto logistico: proprio sulla base di questi numeri è nato un progetto che mira a creare un nuovo supporto per i corsi di formazione professionale rivolti ai lavoratori.
 

La tecnologia al servizio della prevenzione degli infortuni
: è l’iniziativa promossa da Confcooperative Piacenza e Irecoop Emilia Romagna e compartecipata tra Inail, Provincia di Piacenza, e Spsal dell’ AUSL Piacenza. Si tratta di un supporto multimediale, una sorta di videogioco con grafica 3D che mostra azioni e comportamenti errati che possono comportare rischi per la salute dei lavoratori. Il programma si rivolge in particolare ai lavoratori del comparto logistico, dove, come detto, l’indice degli infortuni riveste una forte rilevanza.
 
L’interfaccia multimediale, riproducendo varie aree di lavoro, dal magazzino allo spogliatoio, presenta diverse situazioni con domande e relative risposte e spiegazioni. Il tutto – ha sottolineato Davide Lumia, direttore dell’Inail di Piacenza, intervenuto insieme a Nicoletta Corvi, direttore di Confcooperative di Piacenza, a Massimo Trespidi, presidente della Provincia, a Giovanni Lombardi, direttore dello Spsal dell’Ausl di Piacenza, a Daniele Sarselli, presidente di Poliedra Soc. Coop ed Elena Busca, responsabile Irecoop Emilia Romagna, sede di Piacenza  – per favorire una formazione più efficace e in grado di raggiungere con successo quanti più lavoratori possibili. Se nel 2012 l’incidenza nazionale degli infortuni nel comparto logistico sul totale si colloca tra il sette e l’otto per cento, a livello locale tocca l’11%. Anche i dati sulle malattie professionali mostrano una particolare incidenza in questo settore”.
 
Il presidente Trespidi ha ricordato la rilevanza strategica della logistica sul territorio piacentino, che un numero degli impiegati passati dal 2009 al 2013 da 6mila a 8mila e 300. Il progetto riguarderà inizialmente 60 lavoratori con seminari per 15 formatori e sarà poi esteso. “Tre infortuni su quattro sono dovuti al comportamento dei lavoratori” – ha sottolineato Giovanni Lombardi – ricordando i 191 sopralluoghi ispettivi, sia programmati che a seguito di incidenti, effettuati dal 2011 al 2013: “Solamente in 16 casi è emerso che le aziende non avevano rispettato la norma sulla formazione dei lavoratori”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.