“L’ospedale cresce con noi”, la premiazione all’Urban Center FOTO foto

Stamattina sono state premiate le classi vincitrici del concorso L’ospedale cresce con noi.

Il progetto L’ospedale cresce con noi
L’ospedale cresce con noi è un progetto dell’Azienda Usl di Piacenza e dell’associazione Il Pellicano Piacenza Onlus che prevede il coinvolgimento della comunità per arrivare alla progettazione e realizzazione di spazi interni a misura di bambini e ragazzi. ?A gennaio abbiamo chiesto a tutti gli alunni delle scuole piacentine, attraverso un concorso di idee, di suggerire colori, oggetti e arredi. Gli studenti del Politecnico di Milano (Polo di Piacenza) saranno poi chiamati a tradurre queste indicazioni in un progetto. Infine, aziende e privati potranno sostenere l’ospedale a misura di bambino (campagna di fundraising).

Il concorso: ottima risposta delle scuole
“La risposta delle scuole piacentine – sottolinea Andrea Bianchi, direttore generale dell’Ausl di Piacenza – è andata oltre ogni più rosea previsione”.
Il numero degli elaborati pervenuti, le mail e le telefonate arrivate dagli insegnanti hanno dimostrato che il tema è stato accolto con grande attenzione e sviluppato nelle classi con impegno. Sono giunte diverse richieste di visite guidate e, tra marzo e aprile, sono stati oltre 400 gli alunni che sono venuti in visita in ospedale.
Dirigenti e docenti di città e provincia si sono dimostrati consapevoli che un ospedale a misura di bambino è il futuro migliore che si possa sognare e che anche i più piccoli possono fattivamente contribuire a realizzarlo.

Numeri e tipologia degli elaborati
Per quanto riguarda il concorso, gli alunni coinvolti complessivamente sono stati 3560, suddivisi in 175 classi.
Il contributo maggiore è quello giunto dalle scuole elementari (primaria), con 78 classi partecipanti.
Subito dopo si distinguono le scuole d’infanzia, con 52 partecipanti
Per le medie (secondarie di primo grado) hanno partecipato 36 classi, per le superiori 10.
Molto variegata è stata anche la tipologia degli elaborati inviati:
– la maggior parte sono disegni (364)
– moltissimi (170) i cartelloni, nei quali classi o gruppi di studenti hanno sintetizzato in un unico lavoro il percorso di riflessione e creatività svolto in classe
– altrettanto suggestivi sono stati i plastici, che riproducono stanze e sale d’attesa così come scaturiscono dalla fantasia degli studenti
– molte classi (anche alcune scolaresche) hanno realizzato veri e propri libri sfogliabili, nei quali hanno riassunto paure, desideri e suggerimenti rispetto al tema dei bambini in ospedale. In tutto ci sono quasi una trentina di elaborati di questo tipo. ?- nelle classi delle medie la produzione principale è stata quella di disegni singoli accompagnati da una scheda nella quale i ragazzi hanno scritto le proprie indicazioni e pensieri
– quattro classi si sono cimentate a produrre una canzone sul tema
Molto spesso l’elaborato vero e proprio era accompagnato anche da presentazioni che ne documentavano la realizzazione: video, foto, riflessioni fatte in classe, testi e musiche di accompagnamento.
Anche i materiali utilizzati da studenti e insegnanti sono stati molteplici: carta, legno, materiali di riciclo, ma anche tessuti, biscotti e dolcetti, bottoni e semi. ?

La giura
Guya Bertelli – Politecnico Milano, polo territoriale di Piacenza
Daniele Bruzzone – Università Cattolica Sacro Cuore Piacenza?
Roberto Chiapparoli – Cariparma?Nicoletta Costa – Illustratrice
Stefano Cugini – Comune Piacenza?
Barbara Eforo – Attrice di prosa e televisiva
Pier Paolo Gallini – Provincia di Piacenza?
Carlo Giarelli – Associazione Il Pellicano Piacenza Onlus
Ada Guastoni – Ufficio scolastico territoriale
Mino Milani – Scrittore
Guido Pedrazzini – Direttore sanitario Ausl Piacenza?
Gaetano Rizzuto – Direttore Libertà
Daniele Ronda – Cantautore
Giangiacomo Schiavi – Vice direttore Corriere della Sera

Il lavoro della giuria
La giuria ha riconosciuto all’unanimità l’alto valore del lavoro svolto dagli studenti, che hanno dimostrato sensibilità per il tema, grande creatività e fantasia nell’elaborazione dei lavori ma anche estrema concretezza, fornendo indicazioni pratiche per realizzare un ospedale sempre più a misura di bimbi e ragazzi. ?La valutazione si è quindi basata su criteri scelti dagli stessi giurati. Oltre a misurare l’espressività del linguaggio, si è considerata la creatività e originalità dell’elaborato, prendendo in considerazione i materiali e la tipologia del lavoro.
Non solo: i giurati hanno misurato anche l’efficacia comunicativa, la pertinenza con il tema (coerenza della proposta con le finalità del concorso), la significatività del contenuto e la fattibilità dell’idea suggerita.
Dopo aver selezionato una rosa di lavori finalisti, i giurati hanno individuato i migliori lavori, che sono premiati oggi.

La premiazione
Durante la premiazione sono assegnati premi diversi per i vari ordini di scuola partecipanti (infanzia, primaria, secondaria di primo e di secondo grado).

PREMI SCUOLA DELL’INFANZIA
1. Plastico della scuola dell’infanzia San Giuseppe di Podenzano
2. Disegni di oggetti re-inventati di Acquelaria “La casa dei Castori” di Calendasco
3. Plastico della scuola dell’infanzia Il Fiume Magico di San Nazzaro (Monticelli)

PREMI SCUOLA PRIMARIA?
1. Libro “Viaggio nel Pianeta Acca” della scuola primaria “De Gasperi” di Piacenza
2. Libro interattivo della scuola primaria plesso di Travo
3. Plastico della scuola primaria di Pontedellolio

PREMI SCUOLA SECONDARIA I GRADO?
1. Progettazione di alcuni elementi di arredo a misura di bambino della scuola media di San Nicolò classi 2A e 2C
2. “Come vorremmo le pareti delle camere” – progettazione dell’istituto comprensivo di San Nicolò M. K. Gandhi (Rottofreno)
3. Gioco Memory di gruppo della scuola media Faustini – Frank  Mazzini

PREMI SCUOLA SECONDARIA DI II GRADO?
1 ex aequo??15 tavole con disegni e scenografia del liceo artistico Cassinari classi 3 e 4
disegni stampati con progettazione degli spazi dell’istituto Tramello classe 3

Sono assegnati inoltre alcuni riconoscimenti speciali:?
–         un premio Libertà, con particolare focus sui testi, valutati dai giornalisti del quotidiano di Piacenza. Il premio va alla poesia del cartellone della scuola primaria Carella di Piacenza clase 4B
–         due premi Cariparma con le indicazioni emerse dai dipendenti dell’istituto di credito e, in particolare, dalle 14 filiali sul territorio che hanno contribuito alla consegna degli elaborati per favorire le scuole?Infanzia : libro composto da immagini e frasi dei bambini Il Castello di Merlino (3-6 anni)?Primaria: cartellone gioco scuola primaria Baiardi di Pianello
–         un premio speciale dell’associazione Il Pellicano Piacenza Onlus al disegno a fumetti Pelly il Pellicano della scuola media Dante Carducci – gruppo misto
–         un premio speciale alla scuola più numerosa Scuola dell’Infanzia Dante
–         una menzione al carcere e agli studenti delle quattro classi che da anni sono attive presso l’istituto professionale per l’agricoltura Marcora nella sede della casa circondariale di Piacenza.

Il contributo di Cariparma
“I giovani piacentini e le scuole, da quelle dell’infanzia agli istituti superiori, sono i veri protagonisti di questa iniziativa: oggi siamo qui per premiarli e riconoscere il loro impegno e la forza delle loro idee”, ha dichiarato Maurizio Crepaldi, responsabile della Direzione territoriale Piacenza Pavia di Cariparma Crédit Agricole. ?“Noi del Gruppo Cariparma siamo, da sempre, parte integrante di questa città e ogni nostra azione rafforza i legami con il territorio. Siamo pertanto orgogliosi di aver contribuito al successo di questo progetto ideato per i giovani e realizzato da altri giovani anche perché è un esempio concreto di come costruire insieme un futuro di sviluppo sostenibile. A tutti loro va il nostro ringraziamento”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.