Quantcast

Maturità, lo scrittore Dadati “Temi letterari di minor interesse”

Abbiamo chiesto allo scrittore piacentino Gabriele Dadati un commento sulle tracce della maturità 2014. 

Più informazioni su

Abbiamo chiesto allo scrittore piacentino Gabriele Dadati un commento sulle tracce della maturità 2014. 

A una prima occhiata, con le tracce di quest’anno capita quello che capita in genere con le tracce di maturità: a fianco di un ventaglio di tematiche centrali per l’oggi (la pervasività della tecnologia, le nuove responsabilità in ambito socio-economico, il rammendo delle periferie) o di peso per la riflessione sulla nostra storia recente (violenza e non violenza nel Novecento, confronto tra l’Europa del 1914 e quella del 2014), i temi di ambito letterario appaiono di minor interesse. L’indagine sulla tematica del dono o la poesia (piuttosto modesta) di un poeta che il tempo ha ridimensionato come Quasimodo non sono, secondo me, all’altezza. 

Inoltre c’è un retropensiero amaro: se si chiede a un ragazzo di 19 anni di parlare di tecnologie (che non è che siano proprio in programma…) è come se gli si dicesse “Ti riguardano, sono il tuo pane quotidiano”, e così con le periferie, con la responsabilità socio-economica. Il fatto che non si arrivi mai a introdurre l’attualità nei temi letterari, è la resa al fatto che agli studenti non viene chiesto di sapere cosa succede oggi nella produzione di libri in Italia. È come se si dicesse loro: “I libri mica riguardano la vostra vita fuori dalla scuola”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.