Quantcast

Barbera… champagne e la musica della Milano anni ’60 in una sera Slow Food foto

Barbera e champagne, due vini agli antipodi della scala sociale uniti in un singolare, quanto apprezzato connubio, nella serata conviviale promossa domenica sera dall'associazione Terre Traverse, insieme a Slow Food Piacenza

Più informazioni su

Barbera e champagne, due vini agli antipodi della scala sociale uniti in un singolare, quanto apprezzato connubio, nella serata conviviale promossa domenica sera dall’associazione Terre Traverse, insieme a Slow Food Piacenza. 

Nella splendida cornice dell’Agriturismo Battibue di Fiorenzuola, a fare da prologo alla cena le parole di Nando Mainardi e la musica del Davide Zilli trio (con Davide Zilli alla voce e alla tastiera, Gianni Satta alla tromba e cori, Alberto Venturini alla batteria, clarinetto e cori), che hanno rievocato la Milano dei primi anni Sessanta, quella di Giorgio Gaber e della sua “Barbera… Champagne”, ispirazione musicale della serata.

Come hanno spiegato con dovizia di particolari i produttori vinicoli protagonisti dell’iniziativa, Walter Massa di Monleale (Alessandria) ed Elena Pantaleoni dell’azienda La Stoppa di Ancarano, introdotti dall’esperto Massimo Volpari, non solo la distanza “sociale”, ma anche quella commerciale tra due vini così diversi – per storia e tradizione – si è assai accorciata. “Un livellamento – è stato sottolineato – verso l’alto naturalmente, con il barbera che ha avanzato per qualità e cura nella produzione, avvicinandosi al vino francese”.  

Nel corso della cena, i tipici piatti della tradizione dell’agriturismo Battibue (osteria Slow Food) e gli eccellenti prodotti del territorio sono stati così accompagnati, proprio come cantava Gaber, nel segno del barbera e dello champagne.

 
Questo il menù completo della serata conviviale e i vini degustati:
 
– champagne PIERRE CALLOT grand cru blanc de blancs, Avize- scaglie di grana padano di Caseificio Contini a Bacedasco
 
– champagne DOYARD MAHE’ cuvée Carole, premièr cru blanc de blancs, Vertus – pancetta dolce, mariola presidio Slow Food e coppa della Valnure, di Fratelli Salini a Groppallo; giardiniera nostrana, di L’Arte Contadina a Fiorenzuola d’Arda
 
– barbera Sentieri 2013, WALTER MASSA, Monleale – lasagne della tradizione
 
– barbera della Stoppa 2007, LA STOPPA, Ancarano di Rivergaro – costine al forno e verdure
 
– gelato artigianale di Battibue, caffè
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.