Cento fiaccole in piazza per la pace in Medio Oriente FOTO foto

Un centinaio di piacentini hanno partecipato alla fiaccolata per la pace in Medio Oriente e per chiedere lo stop ai bombardamenti Israeliani sulla striscia di Gaza all'ombra di palazzo Gotico, questa sera, 16 luglio, a Piacenza

Più informazioni su

Un centinaio di piacentini hanno partecipato alla fiaccolata per la pace in Medio Oriente e per chiedere lo stop ai bombardamenti Israeliani sulla striscia di Gaza all’ombra di palazzo Gotico, questa sera, 16 luglio, a Piacenza. Un’iniziativa organizzata dalla Rete per la Pace e da Controllarmi: un insieme di associazioni ampio e trasversale, tra cui la Cgil, Acli, Arci, Fim-Cisl, Auser e altri.

“Crediamo che l’Italia debba giocare un ruolo diverso da quello giocato finora nella crisi tra israeliani e palestinesi – ha detto il segretario generale della Cgil di Piacenza, Gianluca Zilocchi -. Il ruolo di presidenza dell’Unione Europea deve assumere per il nostro Paese una chiave di pace e dialogo”. In piazza, le bandiere dei pensionati dello Spi Cgil, rappresentanti di tante associazioni e singoli cittadini (tra cui l’ex presidente della Croce Rossa di Piacenza, Renato Zurla e l’assessore Giulia Piroli) che con una fiammella di pace in mano hanno testimoniato il loro no alla guerra. “Nella diseguaglianza, chi rimane neutrale sta con l’oppressore” ha detto una educatrice che ha preso la parola dopo Zilocchi, citando Desmond Tutu, arcivescovo anglicano e attivista sudafricano,

Un documento è stato consegnato al prefetto di Piacenza. “La politica e la comunità internazionale devono assumere un ruolo attivo e di mediazione per la fine dell’occupazione militare israeliana e la colonizzazione del territorio palestinese – si legge – per il rispetto dei diritti umani, della sicurezza e del diritto internazionale in tutto il territorio che accoglie i popoli israeliano e palestinese”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.