Quantcast

Esche avvelenate alla Baia del Re, Raggi (Idv) “Inaccettabile”   

Interrogazione urgente presentata dal consigliere Idv Samuele Raggi il merito al recente ritrovamento di esche avvelenate in un parco pubblico. 

Più informazioni su

Interrogazione urgente presentata dal consigliere Idv Samuele Raggi il merito al recente ritrovamento di esche avvelenate in un parco pubblico. 

Quella che si sta verificando in città da ormai diverso tempo è una vera e propria strage di cani. Un gravissimo segno di inciviltà che però rischia di passare in silenzio nel dimenticatoio. Questo non è accettabile!

Ritengo che l’avvelenamento dei cani debba essere considerata una vera e propria emergenza, e in quanto tale, richiede da parte delle istituzioni preposte tutta l’attenzione possibile.
Per tale motivo ho presentato una interrogazione al Sindaco e all’assessore competente, i quali, mi auguro si attivino da subito per fare chiarezza affinché ne i cani ne gli abitanti possano correre in futuro dei pericoli. Perché se da un lato i cani come si è visto, corrono seri rischi, altrettanto li corrono i cittadini, visto che i casi di avvelenamento si sono verificati nei nostri parchi comunali e zone verdi attrezzate, frequentate solitamente da molti bambini. Alcuni veleni, inoltre, rimangono attivi a lungo nei luoghi in cui vengono dispersi, pertanto si ritiene opportuno che al più presto venga effettuata una mappatura e una bonifica dei luoghi in cui gli avvelenamenti si sono verificati.

E’ necessario farlo a salvaguardia degli animali, della fauna e dei cittadini che solitamente usufruiscono dei nostri spazi verdi. Penso che il grado di civiltà di una comunità si misuri anche da come si trattano gli animali e da come chi amministra riesce ad incidere in tal senso, e dunque chiedo al sindaco di intervenire al più presto.

Premesso che
– avuta notizia dei gravissimi episodi di avvelenamento avvenuti nel nostro territorio comunale, che hanno provocato la morte crudele di numerosi cani;
– dalle notizie apparse sulla stampa locale pare che siano stati sterminati in poco tempo con agonie lente e atroci un numero molto considerevole di cani;
– l’avvelenamento, secondo gli organi di stampa, pare sia avvenuto per mezzo di polpette o pezzi di carne cruda avvelenati e depositati in più parti del territorio, tra cui la Baia del Re, parchi cittadini e altre zone verdi della città;

Visto
– il dilagante fenomeno di uccisione di animali mediante l’utilizzo di bocconi avvelenati abbandonati volontariamente nell’ambiente;

Tenuto conto che
– la presenza di veleni e sostanze tossiche sul territorio, in particolare sotto forma di esche o bocconi, rappresenta un serio rischio sia per la popolazione canina sia per quella umana e per l’ambiente, in particolare per i bambini attraverso la contaminazione ambientale;
– la problematica descritta rende particolarmente urgenti dei provvedimenti delle forze dell’ordine e della Magistratura per evitare che continui questa strage;

Si interroga l’Amministrazione Comunale per conoscere:
– le informazioni che essa ha acquisito o acquisirà dagli organi competenti relative ai gravissimi fatti citati;
– quali azioni intenda intraprendere per tutelare gli animali e le persone della zona dal rischio di avvelenamento;
– quali interventi di bonifica dai bocconi avvelenati delle aree in questione sono stati programmati e/o effettuati.

Il Consigliere comunale Samuele Raggi

Motivo dell’urgenza 

L’avvelenamento dei cani è da considerarsi una vera e propria emergenza, e in quanto tale, richiede da parte delle istituzioni preposte tutta l’attenzione possibile e azioni immediate, affinché né i cani né gli abitanti possano correre dei pericoli. Perché se da un lato i cani come si è visto, corrono seri rischi, altrettanto li corrono i cittadini, visto che i casi di avvelenamento si sono verificati nei nostri parchi comunali e zone verdi attrezzate, frequentate solitamente da molti bambini. Alcuni veleni, inoltre, rimangono attivi a lungo nei luoghi in cui vengono dispersi, pertanto si ritiene opportuno che al più presto venga effettuata una mappatura e una bonifica dei luoghi in cui gli avvelenamenti si sono verificati.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.