Quantcast

Laboratorio di ceramica a cielo aperto con Terry Davies

Sabato 19 luglio dalle ore 18 sul Lungo Po (sull’argine in zona Canottieri Vittorino da Feltre, all’altezza della banchina di attracco Città di Piacenza) prosegue la seconda edizione 
de “IL PO RICORDA. Storie di confine, trasformazioni e incontri, tra Acqua e Terra, Nord e Sud, Antico e Nuovo”, la rassegna di incontri a cura dell’Associazione culturale Arti e Pensieri.

Più informazioni su

Sabato 19 luglio dalle ore 18 sul Lungo Po (sull’argine in zona Canottieri Vittorino da Feltre, all’altezza della banchina di attracco Città di Piacenza) prosegue la seconda edizione 
de “IL PO RICORDA. Storie di confine, trasformazioni e incontri, tra Acqua e Terra, Nord e Sud, Antico e Nuovo”, la rassegna di incontri a cura dell’Associazione culturale Arti e Pensieri.
 
L’appuntamento di sabato 19 luglio, a ingresso libero e rivolto a interessati di tutte le età, intitolato “Dimmi come mangi e ti dirò chi sei”: oltre alla consueta conferenza, la navigazione fluviale e l’immancabile merenda a tema, vedrà anche una performance di Terry Davies.
 
Nel corso della giornata il noto ceramista creerà sul Lungo Po una fornace con materiali di recupero, alla cui realizzazione tutta la cittadinanza è invitata a partecipare già dalla mattina. 
Piacenza avrà l’onore di vedere con i propri occhi la nascita di un capolavoro, che ha coinvolto altre città italiane ma soprattutto internazionali. 
 
Terry Davies nasce a Shrewsbury, nel Regno Unito, e già all’età di 18 anni lavorava alacremente al tornio (riusciva a modellare ben 50 tazze all’ora). “L’addestramento fu molto duro, ma alla fine portai via con me tutte le abilità apprese in quei primi anni di vita e che, da allora, mi sono state utili ogni giorno della mia vita lavorativa” racconta Terry nel suo sito www.terrydavies.it. 
 
Il passaggio da torniante ad artista artigiano ha richiesto molti anni e un gran girovagare per il mondo: Francia, Australia, Nuova Zelanda, sud-est asiatico, Giappone, America Latina e 
infine in Italia, sulle dolci colline della Toscana, a Certaldo (FI), dove ha deciso di mettere le radici fondando CABA Associazione culturale (www.associazioneculturalecaba.com).
Le mostre a cui ha partecipato con le sue opere sono innumerevoli, ben dal 1989, in Inghilterra, Italia, Giappone, Francia e Israele; come i Festival e le Collezioni pubbliche e 
private che hanno il privilegio di custodire i suoi magici lavori. Nel forno si cuoceranno i modellini di piroghe preistoriche, realizzati dai partecipanti in occasione del precedente incontro, e la cottura culminerà, in un imperdibile spettacolo, con l’apertura della fornace durante la notte. 
 
Nel corso della serata sarà possibile partecipare a laboratori di manipolazione dell’argilla a cura di CABA Associazione culturale: CABA nasce da un’idea di Alberto Cavallini e Maddalena Pasquetti intorno al recupero storico geografico di un’antica fornace da mattoni situata all’interno della Tenuta di Sticciano, nel comune di Certaldo. L’associazione promuove attività legate alla didattica, all’arte contemporanea e alla cultura della ceramica: grazie a bandi di residenza artistica ed eventi ad hoc, l’associazione intende supportare e incoraggiare proposte capaci di tenere conto della specificità del territorio. 
 
I forni sperimentali a cielo aperto, ideati sempre da Alberto Cavallini e Terry Davies, sono un momento didattico per la dimostrazione della cottura dell’argilla ma allo stesso tempo
rappresentano un vero spettacolo nelle piazze dove vengono proposti. Per IL PO RICORDA CABA proporrà un’attività legata alla didattica del mattone, approcciandosi all’argilla attraverso l’uso dei cinque sensi: il mattone, elemento semplice, è un modulo strutturale delle nostre città e paesi, ma può essere allo stesso tempo una pagina da incidere o da disegnare, da sperimentare dando libero sfogo alla propria creatività.
 
Informazioni all’indirizzo artiepensieri@virgilio.it o ai numeri 340.6160854, 333.6738327, 
 
339.5411031.
 
www.artiepensieri.com
 
Facebook: ArtiEpensieri Piacenza

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.