Le nuove stampanti 3d in mostra all’e-Qbo in Piazza FOTO foto

Presenti due esperti del settore, che hanno tenuto un breve corso di formazione mostrando le potenzialità della modellazione tridimensionale e della prototipazione solida

Più informazioni su

La potenzialità delle stampanti 3D per la prima volta in pubblico a Piacenza. A ospitare la particolare dimostrazione è stato giovedì pomeriggio l’e-Qbo, nell’ambito degli incontri organizzati quotidianamente nella struttura allestita in Piazza Cavalli.

Presenti due esperti del settore, che hanno tenuto un breve corso di formazione mostrando le potenzialità della modellazione tridimensionale e della prototipazione solida. Quest’ultima è stata definita dall’Economist, la terza rivoluzione industriale. Un’ottima opportunità per avvicinarsi al mondo della grafica e del design, e per conoscere strumenti che non pongono limiti alla creatività e all’immaginazione.

“Con questo tipo di stampanti – spiega Paolo Tacchinardi che con alcuni amici ha deciso di acquistare e testare i nuovi dispositivi – si è in grado di realizzare qualunque cosa possa essere pensata e modellata graficamente, anche oggetti molto precisi come parti meccaniche; il limite chiaramente è quello della resistenza dei materiali”. “A mio parere – aggiunge – passerà però ancora tempo prima che strumenti di questo tipo possano entrare nelle case di tutti, in primis per l’elevato costo. Il fatto poi che gli oggetti prima di poter essere realizzati fisicamente debbano essere modellati in 3d, mi fa pensare che, almeno per un primo periodo, le stampanti resteranno confinate ad un’utenza di esperti che le utilizzeranno per lavoro”.

A seguire, alla presenza di Domenico Sannino e di giovani artisti del Conservatorio Nicolini che si sono esibiti dal vivo, sono stati presentati il MusicLab e l’UniLab (con Politecnico e Università Cattolica) sulla creatività dell’Urban Hub Industrie Creative Innovative Piacenza.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.