Piano #scuolebelle al via in quattro scuole piacentine

A Piacenza, i plessi interessati nel 2014 saranno 4, l’investimento è di 26.080: parliamo del plesso scolastico piacentino di via Raffaello Sanzio (7mila euro), del plesso scolastico di via Pettorelli alla Besurica (7mila euro), della scuola primaria Amaldi di Carpaneto (7mila euro), e del Marcora di Castelsangiovanni (5080euro, a cui si aggiungerà un secondo intervento, nel 2015 di 8919 euro)

Più informazioni su

Il piano di edilizia scolastica, fortemente voluto dal presidente del Consiglio, Matteo Renzi, fin dal suo discorso di fiducia alle Camere del 24 febbraio 2014, prende il via.

Si parte da lunedì prossimo con i primi interventi di piccola manutenzione per il ripristino del decoro e della funzionalità degli edifici scolastici. Per rendere le #scuolebelle è previsto, sul 2014, un finanziamento di 150 milioni. A Piacenza, i plessi interessati nel 2014 saranno 4, l’investimento è di 26.080: parliamo del plesso scolastico piacentino di via Raffaello Sanzio (7mila euro), del plesso scolastico di via Pettorelli alla Besurica (7mila euro), della scuola primaria Amaldi di Carpaneto (7mila euro), e del Marcora di Castelsangiovanni (5080euro, a cui si aggiungerà un secondo intervento, nel 2015 di 8919 euro).

“Un piano – si legge in una nota diffusa da Palazzo Chigi che illustra la totalità del progetto – composto da tre principali filoni, che coinvolgerà complessivamente 20.845 edifici scolastici per investimenti pari a 1.094.000.000 di euro. Quattro milioni di studenti e una scuola italiana su due sono protagonisti di questo primo progetto, che porta nell’arco del biennio 2014-2015 ad avere scuole più belle, più sicure e più nuove”.

“Si tratta – continua la nota – della costruzione di nuovi edifici scolastici o di rilevanti manutenzioni, grazie alla liberazione di risorse dei comuni dai vincoli del patto di stabilità per un valore di 244 milioni (#scuolenuove) e del finanziamento per 510 milioni dal Fondo di sviluppo e coesione, dopo la delibera Cipe del 30 giugno, per interventi di messa in sicurezza (#scuolesicure), di decoro e piccola manutenzione (#scuolebelle). Al lavoro su questo obiettivo c’è una specifica Unità di missione istituita dalla Presidenza del Consiglio in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, l’Università e la Ricerca per mettere in sicurezza le strutture scolastiche”. 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.