Ponte Castelvetro, stop ai mezzi pesanti. Scattano i controlli foto

Ponte sul Po di Castelvetro, da lunedì 14 luglio scatta il divieto di transito ai mezzi di peso superiore alle 20 tonnellate. Vi potranno transitare solo auto e bus di linea.

Più informazioni su

Ponte sul Po di Castelvetro (Piacenza), da oggi 14 di luglio è scattato il divieto di transito ai mezzi di peso superiore alle 20 tonnellate. Vi potranno transitare solo auto e bus di linea. 

Insieme al divieto sono iniziati i controlli: nelle foto il presidio di stamattina con la polizia locale e il sindaco di Castelvetro Luca Quintavalla. “Se oggi il presidio – ha precisato – ha avuto ancora una finalità di carattere informativo, da domani verranno comminate le sanzioni ai trasgressori. Devo dire che grazie all’opera di informazione, il transito dei mezzi pesanti è già sensibilmente diminuito. Per il nostro centro abitato, questa riduzione di Tir di passaggio è risultato importante per migliorare la viabilità e anche la qualità della vita dei residenti”. 

Il ponte, dal 2001 di proprietà della Provincia, è stato oggetto di diversi interventi di consolidamento, dopo essere stata teatro anche di gravi incidenti. Ad aggravare la situazione, è stato spiegato, c’è il forte traffico sul ponte e l’elevata velocità dei mezzi che vi transitano, rilevato grazie a un sistema di controllo. Questo ha comportato un deterioramento strutturale, cui è stato posto rimedio con supporti aggiuntivi. 

Ogni giorno il ponte viene percorso da oltre 22mila veicoli, con punte di 24mila mezzi, e secondo le rilevazioni compiute, oltre il 50% di questi non rispetta i limiti di velocità previsti. Per il 65% il limite viene superato di 10Km/h, per il 33% tra i 10 e i 40 km/h, per il restante 2% oltre i 40 Km/h. Per cercare di contenere la velocità dei mezzi si deve ricorrere all’intervento di una pattuglia di polizia, visto che la Prefettura ha vietato il posizionamento di un autovelox in prossimità della struttura.  Il divieto di transito ai mezzi pensanti era già scattato nel 2012, ora si impedisce il passaggio anche ai camion ’scarichi’ e alle sole motrici. 

Nel piano triennale delle opere pubbliche della Provincia sono stati stanziati 600 mila euro per il rifacimento parziale della sovrastruttura viabile e il ripristino di alcuni elementi metallici della struttura. In particolare sarà impermeabilizzata e rifatta la pavimentazione del tratto piacentino. Entro il mese di luglio si procederà anche alla sostituzione di un giunto del ponte, intervento che non rientra nel piano triennale, e che comporterà l’istituzione del traffico a senso alternato. La ristrutturazione da 600 mila euro, una volta terminata la fase di progettazione e bando, inizierà con ogni probabilità nell’estate del 2015. Non è escluso che per consentire i lavori non si debba procedere alla chiusura al traffico del ponte. 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.