Quantcast

Comunità piacentine nel mondo, domenica l’incontro a Borgonovo

Ido Picchioni e Oreste Foppiani verranno insigniti del titolo di “Piacentino Benemerito nel Mondo”, riconoscimento per tutti gli emigrati piacentini

Più informazioni su

Sarà il comune di Borgonovo ad ospitare quest’anno il tradizionale Incontro provinciale con le comunità piacentine del mondo. L’evento, promosso dalla Provincia di Piacenza e dall’associazione Piacenza nel Mondo e giunto quest’anno al traguardo della 20esima edizione, è in programma per domenica 10 agosto.

“La valorizzazione dell’identità piacentina – sottolinea il presidente della Provincia Massimo Trespidi, che domenica parteciperà all’incontro insieme alle autorità locali portando il saluto della comunità piacentina – è da sempre una delle linee guida dell’Amministrazione provinciale che presiedo: in questo senso la comunità degli emigrati piacentini, alla quale abbiamo sempre dedicato impegno e attenzione, riveste un ruolo particolarmente significativo”.

“Con l’iniziativa di domenica – aggiunge Trespidi – si rinnova e rinsalda lo stretto legame che il territorio piacentino conserva con tutti i suoi emigrati; un legame forte e unico che rimanda alle nostre radici”.

Il ritrovo dei partecipanti è fissato per le 17.30 all’Auditorium della Rocca di Borgonovo (Piazza Garibaldi, 18). L’incontro si aprirà con gli interventi delle autorità, prima della consegna del titolo di “Piacentino Benemerito nel Mondo”, riconoscimento per tutti gli emigrati piacentini, che quest’anno verrà conferito a Ido Picchioni e Oreste Foppiani.

Picchioni, 62 anni, è originario di Spaneto di Nibbiano, e da 35 anni vive e lavora a Teheran, in Iran, dove è responsabile di una filiale di Ansaldo Energia. E’ vice presidente della Camera di Commercio Irano-Italiana. Foppiani, 45 anni, è nato a Piacenza e da 13 anni vive in Svizzera, a Ginevra. E’ direttore, e docente associato di storia e politica internazionali, del Dipartimento di Relazioni internazionali della Webster University. E’ inoltre presidente dell’associazione degli emiliano-romagnoli sempre a Ginevra.

“Quest’anno – rimarcano Sandro Molinari e Antonio Parmigiani dell’associazione “Piacenza nel Mondo” – festeggiamo il 20esimo anno, un traguardo significativo e importante con il quale simbolicamente raggiungiamo e salutiamo i tanti piacentini che vivono in ogni parte del mondo”.

“I nomi scelti per ricevere il riconoscimento rappresentano la nuova emigrazione, persone arrivate all’estero non in cerca di fortuna ma che grazie alla loro preparazione sono riuscite a ricoprire importanti incarichi professionali”.

“Scopo della nostra associazione – ricordano – è quello di rinsaldare il legame con le comunità piacentine all’estero, mantenendo allo stesso tempo viva la memoria dell’emigrazione: in questo senso vanno iniziative come la realizzazione del monumento all’emigrato, oggi posizionato nella sede della Provincia di Piacenza, e l’intitolazione a La Verza di un giardino ai piacentini nel mondo”.

A chiudere l’incontro sarà l’esibizione del gruppo musicale piacentino degli Enerbia. Alle autorità intervenute verrà donata una litografia opera all’artista Alfredo Casali. La manifestazione è promossa dalla Provincia di Piacenza in collaborazione con la Regione Emilia-Romagna, la consulta degli emiliano-romagnoli nel mondo, la Fondazione di Piacenza e Vigevano e il quotidiano Libertà.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.