Le Rubriche di PiacenzaSera - Cinema

Concorto, ai nastri di partenza l’edizione numero 13

Il “cinema corto” torna protagonista del grande schermo al Parco Raggio di Pontenure. Da sabato 23 fino al 30 agosto, il parco di villa Raggio farà da location alla tredicesima edizione

Più informazioni su

CONCORTO, AL VIA LA TREDICESIMA EDIZIONE

Il “cinema corto” torna protagonista del grande schermo al Parco Raggio di Pontenure. Da sabato 23 fino al 30 agosto, il parco di villa Raggio farà da location alla tredicesima edizione del Concorto Film Festival presentata da Roberto Modenesi, Claudia Praolini, Francesco Barbieri, Simone Bardoni, Paolo Ligutti e Viginia Carolfi.

SCARICA IL PROGRAMMA IN WORD

Oltre 3 mila i film arrivati da tutto il mondo che ambivano all’Asino d’oro a conferma del respiro internazionale che il concorso ha da anni. Quarantaquattro – tra fiction, documentari e animazione – i film che si daranno “battaglia” per vincere l’ambito premio. Tra questi tre anteprime internazionali: AUTOFOCUS di Boris Poljak (Croazia, Documentario, 28’), PETIT HOMME di Jean-Guillaume Sonnier (Svizzera, Fiction, 30’) e REST IN PEACE di Dina Abd Elsalam (Egitto, Fiction, 16’).

Ai film in concorso si affiancherà una piccola rassegna di venticinque corti fuori concorso proiettati nella serra, anche quest’anno incarnazione dell’anima più underground di Concorto. Opere sperimentali di natura non narrativa come il film di Dem Supra natura di Dem, una performance di musica e il video del collettivo musicale BRTNY e di Rino Stefano Tagliafierro. Inoltre, per tutta la durata del festival, la serra ospiterà la mostra “Ritratti di artista” di Massimo Bersani.

Dopo la Polonia, Israele, il Québec, la Corea del Sud e la Svezia, quest’anno sarà la cinematografia Belgio la protagonista dello spazio focus.
Organizzato in collaborazione con Wallonie Bruxelles Image e Flanders Image, il focus Belgio apre una finestra su una produzione di altissima qualità, grazie a film che uniscono in maniera eccellente una certa maniera francese di raccontare a un surrealismo tipico dei paesi del nord Europa.

Molti i volti noti che fanno capolino in questi corti: dal francofono Jérémie Renier, l’attore feticcio dei fratelli Dardenne, che è protagonista del thriller claustrofobico Intus, al fiammingo Matthias Schonaerts, visto in Un sapore di ruggine ed ossa di Jacques Audiard, protagonista del film fantastico Death of a Shadow.

Appuntamento imperdibile – venerdì 29 agosto – sarà il concerto di Umberto Petrin sulle immagini di due gioielli di Buster Keaton: “One Week” e “The Goat”. Due memorabili corti sui quali il pianoforte di Petrin costruirà storie parallele, che si intrecceranno alle immagini.

Si rinsalda la collaborazione con Santafabbrica che anche quest’anno animerà lo spazio boschetto con concerti e dj set e le loro fantastiche installazioni. Ci torneranno a trovare anche Carlo Migotto di Lago Film Fest, con la proiezione del corto vincitore “Noah”, i Cinemaniaci con l’associazione “Una scelta consapevole” e la proiezione di “Beppe e Gisella” di Andrea Canepari, e gli Sbandati, i due cinefili bloggher, ci seguiranno ancora sul Festival. Ospite d’eccezione l’assessore regionale Massimo Mezzetti che illustrerà la legge “Norme in materia di cinema e audiovisivo”, approvata dall’Assemblea legislativa il 22 luglio scorso.

Grandi nomi anche a comporre la giuria che quest’anno vanta la presenza dall’artista e regista DEM (di cui verrà proiettato il corto SUPRA NATURA il 28 agosto), da Jacopo Chessa, direttore del CNC di Torino e dell’Aiace, da Lidiya Liberman, attrice di cinema e teatro, da Umberto Petrin, pianista jazz internazionale e da Victor Orozco, regista messicano.

Un grazie agli sponsor Regione Emila Romagna, Provincia e Comune di Piacenza, Fondazione di Piacenza e Vigevano, Iren, Valcolatte, Cammi e Beretta, Agriturismo la Rondanina, PharmExtracta, Coop Eridania, Emila Imformatica, Copra Elior e Musetti.

IL PROGRAMMA

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.