Quantcast

Fondi europei, in Camera di Commercio le opportunità del programma Leader

Incontro alla Camera di Commercio di Piacenza per l'illustrazione delle nuove linee programmatiche

Più informazioni su

NUOVO PROGRAMMA LEADER 2014-2020

Incontro alla Camera di Commercio di Piacenza per l’illustrazione delle nuove linee programmatiche

Piacenza, 22 agosto 2014 – Con l’approvazione da parte della Regione Emilia-Romagna del nuovo Piano di Sviluppo Rurale (PSR) 2014-2020 avvenuta lo scorso mese di luglio, si è di fatto aperto il nuovo periodo di programmazione dei Fondi Europei che vanno a sostegno dell’agricoltura e delle aree rurali regionali e tra questi il nuovo programma Leader. 

In Camera di Commercio, si è così tenuto un incontro informativo nel corso del quale sono state illustrate le fasi di lavoro finalizzate alla creazione del Gruppo di Azione Locale che avrà il compito di avanzare la candidatura e di gestirne la attuazione. Presenti all’incontro numerosi degli amministratori locali dei Comuni potenzialmente coinvolti nell’iniziativa.

All’incontro, coordinato dal Presidente Giuseppe Parenti, sono intervenuti il Segretario Generale della Camera di Commercio, Alessandro Saguatti, il Consigliere camerale Mario Spezia, il Vice-Presidente della Provincia di Parma, Pier Luigi Ferrari ed il Presidente del Gal Soprip spa, Alessandro Cardinali, che ha gestito l’attuazione del precedente programma Asse 4 Leader 2006-2013 sulle province di Piacenza e Parma.

L’incontro è stato infatti una occasione per rilanciare l’ipotesi di collaborazione interprovinciale, già sperimentata con successo in tre precedenti periodi di programmazione dal 1994 al 2013, e fornire i dati attuativi del precedente programma Leader che grazie al lavoro del Gal Soprip e delle istituzioni, ha portato contributi per un importo di oltre 9,5 milioni di euro a sostegno di progetti pubblici e privati e che ha generato un investimento sulle aree montane delle province di Piacenza e Parma superiore a 15 milioni di euro.

A partire dalle prossime settimane si lavorerà dunque sulla nuova programmazione che potrebbe portare nuovi contributi per sostenere i progetti delle amministrazioni pubbliche e delle imprese delle aree montane, particolarmente importanti in un momento di crisi economica come quello che il Paese sta attraversando.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.