Quantcast

Lugagnano, Festa dello Sport con educazione alla Campagna Amica

Alla tradizionale Festa dello Sport di Lugagnano hanno partecipato tutte le classi delle scuole elementari per un totale di 200 alunni accompagnati dalle rispettive maestre

Più informazioni su

Alla tradizionale Festa dello Sport di Lugagnano hanno partecipato tutte le classi delle scuole elementari per un totale di 200 alunni accompagnati dalle rispettive maestre.

A fare da motore dell’iniziativa, l’amministrazione comunale e le associazioni sportive in collaborazione con Coldiretti, che per il terzo anno consecutivo hanno organizzato una festa dal connubio vincente: sport e alimentazione.

I ragazzi infatti hanno potuto sperimentare a rotazione le diverse discipline sportive, dal calcio al rugby, dal karate al tiro alla fune alla mountain bike fino alla ginnastica ma anche danza e basket, con l’aiuto dei volontari delle rispettive associazioni sportive del paese; ed una volta terminata l’attività sportiva ad attenderli un meritato ristoro sotto i gazebo gialli dell’Organizzazione con i prodotti Campagna Amica a km zero  per assaporare davvero tutto il sapore della tradizione agricola piacentina.

“Questo evento, ha affermato Adriano Fortinelli, segretario di zona di Lugagnano, consente di mettere a sistema le associazioni del territorio per il bene dei ragazzi e dunque è uno straordinario esempio per tutta la comunità. Permette inoltre, come fa Educazione alla Campagna Amica da diversi anni nelle scuole, di veicolare messaggi fondamentali per l’educazione dei ragazzi: l’importanza di un corretto stile di vita fatto di buone abitudini alimentari, l’attaccamento al territorio, alla sua storia e tradizione dalle radici profondamente agricole ed infine il valore dello sport sia esso individuale o di squadra come strumento di crescita personale”.

“Con la festa dello sport, ha dichiarato Valeria Tedaldi assessore comunale di Lugagnano, il paese ha dimostrato grande attenzione per quello che è il nostro futuro: i bambini. Per loro sono stati organizzati questa manifestazione e i progetti collaterali a scuola, per loro c’è stata e ci sarà la volontà di attivarsi per quello che è, a tutti gli effetti, un “investimento”, un tassello della loro formazione umana, poiché educare a corretti stili di vita è una componente di fondamentale importanza per fare prevenzione e limitare i costi sociali derivanti dalle patologie alimentari e quelle causate dalla sedentarietà.”

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.