Quantcast

Prefettura, le novità normative sulle “white lists” di imprese

E’ stato quindi pubblicato sul sito web della Prefettura di Piacenza, sulla home page alla Sezione "White Lists" oltre all’elenco delle imprese iscritte

Più informazioni su

Innovazioni normative relative alle “white lists” – La comunicazione della Prefettura di Piacenza

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 190, S.O. del 18 agosto u.s. è stata pubblicata la Legge n.114/2014 di conversione, con modificazioni, del Decreto Legge n. 9012014 che ha introdotto alcune importanti novità in materia di documentazione antimafia e “White Lists”.

In particolare, l’art. 29 del citato Decreto Legge n. 90/2014 ha previsto l’obbligo per le stazioni appaltanti di acquisire la comunicazione e l’informazione antimafia liberatoria per le imprese che svolgono le attività elencate dall’art. 1 comma 53 della legge n. 190/2012, attraverso la consultazione, anche in via telematica, degli elenchi/whitelists istituiti presso ogni prefettura.

La nuova disciplina ha previsto che per un periodo non superiore a dodici mesi dalla data di entrata in vigore del Decreto Legge n. 90/2014, le stazioni appaltanti procedano all’affidamento dei contratti o all’autorizzazione dei subcontratti previo accertamento dell’avvenuta presentazione della domanda di iscrizione nelle whitelists.

E’ stato quindi pubblicato sul sito web della Prefettura di Piacenza, sulla home page alla Sezione “White Lists” oltre all’elenco delle imprese iscritte, anche l’elenco delle richieste ricevute per l’iscrizione nelle -whitelists stesse. L’iscrizione nell’elenco tiene luogo della comunicazione e dell’informazione antimafia liberatoria anche ai fini della stipula, approvazione o autorizzazione di contratti o subcontra ti relativi ad attività diverse da quelle per le quali essa è stata disposta.

26 agosto 2014

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.